Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledμ 12 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 14:42
PALERMO - 03/03/2018
Politica - L’Isola è stata suddivisa in due circoscrizioni elettorali per l’elezione della Camera dei deputati

Politiche 2018: per gli Iblei almeno un senatore e un deputato

Dal punto di vista politico in Sicilia si annuncia un testa a testa tra M5S e centrodestra. Il Pd è in affanno Foto Corrierediragusa.it

La Sicilia eleggerà 52 deputati e 25 senatori al Parlamento che scaturirà dal voto di domenica. Il Rosatellum ha ridisegnato la mappa dei collegi uninominali e quelli plurinominali di Camera e Senato. La Sicilia è stata suddivisa in due circoscrizioni elettorali per l’elezione della Camera dei deputati: Sicilia 1 e Sicilia 2 (occidentale e orientale). Ragusa eleggerà quindi un senatore con il collegio uninominale e potrà aspirare a qualche altro senatore tra i 16 seggi assegnati per il plurinominale. Per la Camera Ragusa eleggerà un deputato con l’uninominale e potrà competere per uno dei sette seggi assegnati con il plurinominale all’interno della Circoscrizione Sicilia 3 che è formata oltre che da Ragusa dai collegi di Siracusa, Avola e Paternò.

Questa nel dettaglio la ripartizione prevista:
Alla circoscrizione Sicilia 1 sono assegnati nove collegi uninominali e 16 seggi plurinominali per l’elezione della Camera dei deputati (per un totale di 25 seggi). Rispetto alla geografia dei dieci collegi uninominali Senato 1993, alla circoscrizione è assegnato un collegio Camera uninominale in meno.

Alla circoscrizione Sicilia 2 sono assegnati dieci collegi uninominali e 17 seggi plurinominali per l’elezione della Camera dei deputati (per un totale di 27 seggi). I collegi uninominali Camera 2017 sono pari al numero di collegi uninominali Senato 1993.

Per il Senato della Repubblica sono assegnati alla regione Sicilia 9 seggi uninominali e 16 seggi plurinominali (per un totale di 25 seggi).

In dettaglio i nuovi collegi uninominali Camera 2017 in cui ci si andrà a sfidare tra i candidati della coalizioni e sarà eletto solo un deputato sono Sicilia 1 – 01 (Palermo-Capaci), Sicilia 1 – 02 (Palermo-centro), Sicilia 1 – 03 (Palermo sud), Sicilia 1 – 04 (Gela), Sicilia 1 – 05 (Bagheria), Sicilia, 1 – 06 (Monreale), Sicilia 1 – 07 (Agrigento), Sicilia 1 – 08 (Trapani – Marsala) e Sicilia 1 – 09 (Sciacca).

Nella Sicilia orientale invece i nuovi collegi uninominali Camera 2017 che si vanno a costituire sono: Sicilia 2 – 01 (Messina), Sicilia 2 – 02 (Barcellona Pozzo di Gotto), Sicilia 2 – 03 (Enna), Sicilia 2 – 04 (Acireale), Sicilia 2 – 05 (Catania), Sicilia 2 – 06 (Misterbianco), Sicilia 2 – 07 (Paternò), Sicilia 2 – 08 (Ragusa), Sicilia 2 – 09 (Avola) e Sicilia 2 – 10 (Siracusa).

Per quanto riguarda i collegi plurinominali (con liste bloccate, si scorre l’ordine di successione dei deputati collocati in lista rispetto ai seggi che scattano, senza preferenze) la suddivisione è la seguente: Sicilia 1 – 01: collegio che unisce Palermo-Capaci (Sicilia 1 – 01), Palermo centro (Sicilia 1 – 02) e Palermo sud (Sicilia 1 – 03); 681.119 abitanti e 4 seggi plurinominali assegnati; – Sicilia 1 – 02: collegio che associa i collegi uninominali Camera di Trapani-Marsala (Sicilia 1 – 08), Monreale (Sicilia 1 – 05) e Bagheria (Sicilia 1 – 06); 874.426 abitanti e sei seggi plurinominali assegnati. Nella Sicilia orientale questa la mappa delle assegnazioni: Camera Sicilia 2 – 01, costituito dai collegi uninominali Camera di Messina (Sicilia 2 – 01), Barcellona Pozzo di Gotto (Sicilia 2 – 02) ed Enna (Sicilia 2 – 03), con una popolazione totale di 823.275 abitanti; – al secondo collegio Sicilia 2 – 02, costituito dai collegi uninominali Camera di Acireale (Sicilia 2 – 04), Catania (Sicilia 2 – 05) e Misterbianco (Sicilia 2 – 06), con una popolazione di 792.641 abitanti.

Sono invece attribuiti 7 seggi: – al terzo collegio plurinominale Camera Sicilia 2 – 03, costituito dai collegi uninominali di Paternò (Sicilia 2 – 07), Ragusa (Sicilia 2 – 08), Avola (Sicilia 2 – 09) e Siracusa (Sicilia 2 – 10), con una popolazione totale di 1.021.525. – Sicilia 1 – 03, collegio che associa i collegi uninominali Camera di Sciacca (Sicilia 1 – 09) Agrigento (Sicilia 1 – 07) e Gela (Sicilia 1 – 04); 809.918 abitanti e sei seggi plurinominali assegnati.

Dal punto di vista politico in Sicilia si annuncia un testa a testa tra M5S e centrodestra. Il Pd è in affanno anche se soprattutto nella Sicilia orientale in recupero grazie ad alcune candidature di peso. Il Centro destra conta di bissare la vittoria delle Regionali che ha portato Nello Musumeci alla Presidenza della Regione. I big della coalizione, a cominciare da Salvini e Meloni, hanno fatto diverse puntate tra Palermo e Catania a conferma dell’importanza del voto siciliano da sempre determinante negli equilibri del centro destra.

Il M5S è l’autentica novità ed ha proposto in tutti i collegi volti nuovi. I pentastellati hanno fatto tesoro delle elezioni precedenti e dell’esperienza delle regionali quando, pur non avendo la maggioranza, si sono piazzati come primo partito. Nel campo Pd la parola d’ordine è evitare la debacle totale che rimanda al 61-0 del 2001. Le sfide nell’uninominale sono date perdenti ma quel che si vuole evitare è la mancata rappresentanza siciliana a Roma per effetto di un voto valanga per gli altri due schieramenti. Gentiloni, Renzi, Boschi, Del Rio sono arrivati in Sicilia ma tira un’aria fredda per il Pd che si deve guardare anche «in casa» visto che Liberi e Uguali (Leu) corre con alcuni rappresentanti, come Grasso, che potrebbero togliere altra aria vitale ai renziani. Pesa infine la non indifferente incognita dell´astensionismo, che viene stimato almeno per un buon 30%, stando ai dati delle ultime consultazioni elettorali.