Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 20 Novembre 2017 - Aggiornato alle 20:33 - Lettori online 510
PALERMO - 06/11/2017
Politica - A Ragusa M5S primo partito, a seguire il Centro destra- I dati della quarta proiezione in Sicilia

Regionali Sicilia: Musumeci (39%) avanti su Cancelleri (35%). A Ragusa "Diventerà Bellissima" è prima, Assenza: "Sarò eletto"

Micari(Centro sinistra) al 17.5%, Fava (sinistra) al 7.5, indipendentista La Rosa fermo al 1.5% Foto Corrierediragusa.it

La quarta proiezione sul voto in Sicilia fotografa una tendenza che per gli analisti dovrebbe essere definitiva. Sulla base del 15 per cento dei voti scrutinati Nello Musumeci si attesta al 39% per cento, 4 punti di percentuale in più rispetto a Giancarlo Cancelleri (35%). La vittoria del parlamentare catanese è ormai data per centa da tutti gli analisti perchè il vantaggio a favore del candidato del centro destra sembra consolidarsi. Buon terzo nella competizione è Fabrizio Micari che sfiora il 18 per cento, seguito da Claudio Fava(7,5%) e buon ultimo La Rosa al 1,5%).

Anche in provincia di Ragusa secondo il dato di 144 sezioni scrutinate su 310 il trend regionale si inverte perchè Cancelleri è al 38.78 per cento mentre Musumeci è al 36.7%, Micari al 13 e Fava al 8%. Per quanto riguarda le liste, dopo il M5S al 32%, ottima la performance nel Centro Destra di Diventerà bellissima - Per la Sicilia al 16,60%, che supera anche Forza Italia 16,30% , Alleanza per la Sicilia (Fdi+ Noi con Salvini) è al 4,20% , Sicilia vera - Libertas - Rete Democratica – Udc 3,10% Idea sicilia - Popolari e autonomisti 2,50%. Si profila dunque il successo di "Diventerà Bellissima" che fa dire al capolista e deputato uscente Giorgio Assenza: "Saremo primi in provincia, ho un buon successo personale e sarò eletto".

Il dato politico conferma le previsioni e le proiezioni sul voto. Il Centro destra vince grazie al collante tra e liste e tra le diverse anime che si sono ritrovate sotto l’egida di Silvio Berlusconi che ha benedetto il patto per Musumeci. Il M5s conferma, a prescidere dalla vittoria o meno, di essere forza politica consistente in Sicilia e la sua affermazione è concreta. Il centrosinistra paga la divisione, un candidato rimediato all’ultima ora da Leoluca Orlando che ha cercato di riproporre, invano, il metodo Palermo. Il Pd paga anche l’esperienza Crocetta e l’incapacità di stringere un patto elettorale con la sinistra espressa da Claudio Fava.

EXIT POLL
E’ testa a testa tra Centro destra e M5S. Pd a distanza seguito dalla Sinistra radicale di Claudio Fava. E’ quanto dice l’exit poll reso noto alla chiusura dei seggi. Il centro destra viene dato con una oscillazione tra il 36 e il 40 %, il M5S si attesta tra il 34-38%. Il Pd si piazza tra il 16-20 %, mentre la Sinistra radicale si attesta tra il 6-10%. Il candidato autonomista non raccoglie neppure l’uno per cento. Niente di nuovo, si direbbe, visto che si tratta di risultati annunciati, pur se bisogna ribadire che le oscillazioni, soprattutto tra i primi due schieramenti, potrebbero ribaltare le posizioni. Il dato politico dice che il centro destra unito si afferma con Forza Italia partito leader con il 12-15 per cento dei voti. La lista Diventerà Bellissima viene dato tra il 4—7 per cento, Udc al 6-7 per cento. L’exit poll sarà affinato nelle prossime ore, ma sostanzialmente il trend del voto è questo.