Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 24 Agosto 2017 - Aggiornato alle 1:19 - Lettori online 485
PALERMO - 02/03/2017
Politica - Approvato a larga maggioranza la proroga dell’esercizio provvisorio per un altro mese

Slitta Finanziaria regionale, niente trasferimenti

Bloccati i fondi alle ex province per i servizi di assistenza a scuola che restano a carico della Regione Foto Corrierediragusa.it

Niente da fare per la finanziaria. Alla fine l’Ars ha approvato a larga maggioranza la proroga dell’esercizio provvisorio per un altro mese. Rinvii su rinvii che vanno avanti ormai da dicembre. Il Parlamento adesso dovrebbe riportare la manovra in aula fra due settimane, il 14 marzo, mentre entro l’11 il documento dovrebbe essere approvato in commissione Bilancio. Sembrerebbe però che la promessa strappata da Pif nei giorni scorsi al presidente Crocetta, dopo la protesta dei disabili, sarà mantenuta. Nell’esercizio provvisorio sono infatti stati stanziati, attraverso un emendamento, 36 milioni per il fondo da destinare alle disabilità gravi ed è prevista la pubblicazione di un decreto per la definizione e le modalità di erogazione ai soggetti che ne hanno diritto. Si ferma invece il trasferimento alle ex province dei servizi di assistenza a scuola che restano a carico della Regione. Tra gli emendamenti più discussi inoltre il cosiddetto «Blocca nomine», proposto dal capogruppo della Lista Musumeci Santi Formica, che di fatto impedisce al governatore di procedere con nuove nomine in materia di sanità.

Una seduta di certo movimentata, con polemiche che hanno riguardato anche i vitalizi, dopo che il presidente Rosario Crocetta intervenuto all’Arena di Massimo Giletti, aveva dichiarato di non poter procedere all’abolizione a causa della mancanza della maggioranza. Sull’approvazione dell’esercizio provvisoio critico il governato che ha dichiarato: "Ve lo posso già annunciare, a marzo sarà nuovamente prorogato a fine aprile. Perché vero obiettivo politico è di bloccare il governo, vorrei essere smentito: ma non approvare la finanziaria significa bloccare i trasferimenti ai comuni, impedire l´arruolamento dei forestali. Non potevo accettare che in questo gioco politico finissero anche i disabili – ha concluso il presidente - per cui ho preteso l´inserimento del fondo da 36 milion di euro nella proroga del provvisorio fino a marzo".