Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 20 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 9:12 - Lettori online 1013
PALERMO - 07/02/2017
Politica - Andranno al voto 129 comuni, tra cui Palermo e Trapani. Negli Iblei 5 comuni interessati

Amministrative a maggio, Regionali a ottobre

L’assessore Luisa Lantieri è orientata in questo senso dopo un giro di consultazioni Foto Corrierediragusa.it

Maggio e Ottobre per amministrative e regionali in Sicilia. L’assessore regionale agli Enti locali, Luisa Lantieri (foto), ha avviato un giro di consultazioni con governo e tecnici ed è orientata a fissare le date per le amministrative nella prima decade di maggio e il voto per il rinnovo dell’Ars al 29 ottobre. Il voto a inizio maggio è in qualche modo obbligato perché il 27 e 28 si terrà il G7 a Taormina e non si può certamente intasare quella fascia temporale. La data più probabile è dunque il 7 maggio con il secondo turno due settimane dopo. L’assessore sta anche valutando l’ipotesi aprile. In Sicilia andranno al voto 129 comuni, tra cui Palermo e Trapani, per un totale di 1.611.557, che rappresenta un terzo degli elettori siciliani. Cinque i comuni iblei dove si vota, Chiaramonte, Monterosso, Giarratana, Pozzallo e S. Croce Camerina. Il maggior numero di comuni è nel messinese e nel palermitano.

Per le regionali scelta quasi obbligata perché lo Statuto regionale prevede che si vota tra le 4 settimane prima e le 2 successive alla data delle votazioni precedenti. Nel 2012 si votò il 28 ottobre per cui è probabile che si voti il 29 ottobre. I programmi potrebbero però saltare se a livello nazionale fosse scelta una data diversa per le amministrative e soprattutto si andasse alle Politiche.