Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 750
PALERMO - 12/10/2013
Politica - Il deputato comisano accusa governo regionale di non dare risposte

Assenza contro burocrazia "canaglia"

Il parlamentare: «Si attivi sospensione dei versamenti dei contributi agricoli per tutte le imprese in difficoltà e la moratoria di tutte le azioni in danno alle aziende agricole»
Foto CorrierediRagusa.it

«Burocrazia canaglia, il governo regionale intervenga. Il fenomeno burocrazia danneggia gravemente le imprese siciliane, in questo caso quelle agricole e zootecniche» lo denuncia con una interrogazione parlamentare Giorgio Assenza (foto) del Pdl.

Il deputato ragusano indirizza l’atto ispettivo all’assessore Attività produttive e a quelli all’Economia e all’Agricoltura: «Eravamo intervenuti più volte sul caso con ben tre interrogazioni – riprende Assenza – con le quali si sollecitava di attivare urgentemente misure come: la sospensione dei versamenti dei contributi agricoli per tutte le imprese in difficoltà e la moratoria di tutte le azioni in danno alle aziende agricole; si chiedevano proroghe indispensabili nonché l´adozione di provvedimenti straordinari, concreti e urgenti per una moratoria sulle esposizioni debitorie delle aziende, in attesa dell´approvazione di una norma per la ristrutturazione dei bilanci delle aziende agricole e il ripianamento delle loro passività bancarie ed esattoriali».

«Nonostante tutto ciò – sottolinea – il Governo è ancora latitante e apprendiamo, dalle organizzazioni sindacali di categoria, che ancora oggi la Crias non può istruire le istanze pervenute successivamente al 31 dicembre 2012, né può deliberare in autonomia l’applicazione della sospensione, perché in mancanza di espressa autorizzazione della Regione, dovuta addirittura a una …svista».

«Il commissario straordinario Crias, sollecitato dalla Cna, si è attivato per venire incontro alle esigenze delle imprese, precisando che le istanze presentate fino al 30 giugno non devono essere considerate respinte ma, per il momento, soltanto improcedibili, in attesa che il decreto assessoriale n. 310 del 20 giugno 2013 venga integrato».

Assenza chiude chiedendo di emanare una disposizione che integri il decreto n. 34/2012 con l’allegato A3, così come richiesto dalla Crias «per concludere, finalmente, positivamente la vicenda!».