Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1528
PALERMO - 12/10/2012
Politica - E’ l’ultima rilevazione che è consentito diffondere prima del voto

Musumeci di poco avanti, pesa non voto e astensionismo

Solo tre punti percentuali separano oggi Crocetta dal candidato del centro destra. Otto liste al di là dello sbarramento del 5 per cento

E’ stata diffusa l’ultima rilevazione sul voto dei siciliani prima che scatti il divieto di divulgare sondaggi riguardanti l´esito delle elezioni regionali. Da quanto emerge dall´ultimo sondaggio Datamonitor, commissionato da BlogSicilia, per la Presidenza della Regione, a diciassette giorni dal voto sarebbe corsa a due tra Nello Musumeci (33%) e Rosario Crocetta (30,5).

Il dato che rende tuttavia la situazione ancora molto fluida ed in bilico è che il il 44,1% degli intervistati è risultato indeciso o ha detto che non voterà. Percentuale che arriva addirittura al 48,2% nel caso dei partiti/liste.

Per quanto riguarda la presidenza della Regione il candidato di Pdl, Pid, La Destra e Adc sarebbe al 33%, +1% rispetto alla rilevazione del 4 ottobre. Guadagna mezzo punto percentuale anche Rosario Crocetta (Pd, Udc e Api) portandosi al 30,5%. Più staccato il candidato di Grande Sud, Partito dei siciliani-Mpa e Fli-Nuovo polo, Gianfranco Miccichè, che conferma il 17% di sette giorni fa. Quarto Giancarlo Cancelleri (Movimento 5 Stelle), che sale al 7,5% (+0,5%). Perde terreno Giovanna Marano (Idv, Sel, Fds e Verdi) che scende al 6,5% (-1%). Seguono Mariano Ferro (Forconi, al 2%) e Cateno De Luca (Rivoluzione siciliana, 1,5%). Altri candidati al 2%.

Sono otto le liste che oggi supererebbero lo sbarramento del 5 per cento regionale: Pd (18,5%), Pdl (18%), Udc (9%), Partito dei siciliani-Mpa (9%), Movimento Cinque stelle (8,5%), Lista Musumeci (7%), Grande Sud (5,5%) e Lista Crocetta (5,5%). Di poco al di sotto la soglia minima per accedere all´Ars, ci sarebbero invece la Lista Fava Sel-Fds-Verdi al 4%, Cantiere popolare (3,5%) e Idv (3,5%).