Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 454
PALERMO - 17/08/2012
Politica - Le candidature tengono banco e bisogna far presto

Regionali alle porte, politica in fermento nell´estate rovente

Lavori in corso in tutti gli shieramenti

La politica è sempre in fermento. Le candidature per le regionali tengono banco e bisogna far presto. A sinistra la candidatura di Rosario Crocetta è ormai un dato acquisito anche se nelle ultime ore la possibilità di un fronte unico dall’Udc moderato agli oltranzisti di Idv e Sel è naufragato. I due partiti infatti non credono a Crocetta e soprattutto all’alleanza con l’Udc di Casini e puntano invece su Claudio Fava, un cavallo di ritorno buono per ogni occasione. Anche nel Pdl c’è fermento perché la candidatura di Gianfranco Miccichè, leader di Grande Sud, non è ben vista dalla base. Lo hanno detto a Berlusconi non solo i maggiorenti del partito in Sicilia ma anche i giovani con il loro presidente Mauro La Mantia.

Chiare le sue parole: "Le difficoltà del centrodestra siciliano nel trovare un candidato comune alla Presidenza della Regione sono dovute soprattutto all´atteggiamento del leader di Grande Sud, Gianfranco Miccichè, il quale ha fin dall´inizio boicottato la celebrazione di primarie di coalizione proposte dal Pdl. Sarebbe stato un grande momento di partecipazione popolare aperto a tutti i partiti di centrodestra e alla società civile. Miccichè ha fatto saltare le primarie perché consapevole di perderle". Ecco allora avanzare Francesco Cascio la cui candidatura è stata diffusa dallo stesso presidente dimissionario Lombardo: "E´ vero, Cascio mi ha personalmente informato che sarà candidato alla Presidenza della Regione, gli ho fatto i miei auguri anche perché con lui ho avuto sempre un buon rapporto". Nella platea degli aspiranti presidenti si è infilato Mariano Ferro, che ha cambiato, come spesso gli succede, opinione nel giro di 48 ore. A Modica aveva annunciato che nulla era deciso ed anzi la sua candidatura era improbabile per poi andare a Palermo e presentarsi come candidato dei Forconi, con il sostegno del Fronte nazionale siciliano, storico e piccolo partito autonomista guidato da Giuseppe Scianò.


micciche con la sicilia non ha niente da spartire
19/08/2012 | 16.53.22
salvatore

Miccichè è stato quel sottosegretario che ha regalato parte dei fondi fas destinati alla sicilia al territorio del lago maggiore dove i proprietari dei natanti si sono rifatti le barche.I siciliani non lo vogliono perchè è troppo "siciliano" asservito al primo potente che passa.


Miccichè Candidato
17/08/2012 | 11.13.14
Grande Sud Messina

Nel PDL comanda BERLUSCONI.- Berlusconi è il PDL. Senza di lui non esiste PDL, esiste un Partitino. Se Berlusconi ha indicato in GIANFRANCO MICCICHE’ il candidato del PDL vuol dire che ha capito che Miccichè è un vincente, è di carattere, è un Uomo, con la U maiuscola.
E poiché noi gli riconosciamo la grande prerogativa della fermezza, delle determinazione, della lotta e della COERENZA, siamo sicuri che MICCICHE’,con il PDL o senza il PDL, andrà avanti lo stesso.