Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 880
PALERMO - 07/06/2012
Politica - Dopo Musotto anche Lino Leanza lascia Mpa, l’Udc li corteggia

Rosario Crocetta si candida alla presidenza della Regione

Peppe Nicosia e Pippo Digiacomo sostengono l’ex sindaco di Gela. "E’ un’ottima cadidatura" Foto Corrierediragusa.it

Lino Leanza ha abbandonato Lombardo ed Mpa. Leanza, tra i fondatori del movimento autonomistico, segue di qualche giorno le orme di Francesco Musotto, capogruppo all’Ars, confermando il senso di malessere all’interno di Mpa.

La nomina in giunta di due esponenti Mpa catanesi come Giuseppe Spmpinato ed Andrea Vecchio ha accelerato il distacco di Leanza, ora passato al gruppo misto, ma corteggiatissimo ora dall’Udc.

Le novità politiche tuttavia non si fermano qui perché Rosario Crocetta (foto), già sindaco di Gela, si è candidato a presidente della Regione. Crocetta, uomo simbolo dell’Antimafia, europarlamentare ha scelto un megafono come simbolo ed ha aperto una pagina su Facebook toccando già quasi 5 mila firme. Crocetta ha raccolto subito adesioni nell’ambito del centrosinistra e dal Pd «ufficiale» a cominciare da sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, ma anche da altri esponenti del Pd siciliano come Giuseppe Digiacomo che ha detto: «È un´ottima candidatura«.

Dice Crocetta da parte sua: «In Sicilia ci vuole un cambiamento radicale come quello che ho già fatto a Gela quando ero sindaco, dove una città che era simbolo internazionale della mafia è diventata il simbolo dell´antiracket».