Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 716
PALERMO - 30/05/2012
Politica - Parlamentari dell’opposizione hanno accolto l’invito di Francesco Musotto

Pronti a dimettersi in 38, voto regionale già ad agosto?

Cercano altri 8 disponibili a rassegnare le dimissioni. La questione politica oggetto di dibattitot in aula la prossima settimana

Annuncio di dimissioni in massa tra i deputati dell´Ars all´opposizione che punterebbero allo scioglimento anticipato di Sala d´Ercole per votare addirittura nel bel mezzo della stagione delle vacanze, tra fine luglio e fine agosto. In 38 (Pdl, Udc, Pid e Grande Sud), infatti, anche sull´onda delle notizie provenienti da Palazzo d´Orleans circa le dimissioni degli assessori Marino e D´Antrassi, hanno accolto l´invito dell´ex capogruppo del Mpa Francesco Musotto, dicendosi pronti a rassegnare le dimissioni qualora ai loro nomi si aggiungessero quelli di altri otto deputati.

Ad inizio di seduta a manifestare la propria disponibilità erano stati appena in dieci. In pratica, la massiccia adesione all´appello di Musotto è maturata nel corso della seduta, gran parte della quale è stata di fatto dedicata alla notizia, portata in aula dal deputato del Pdl Francesco Scoma e confermata dall´assessore all´Economia Gaetano Armao, delle avvenute dimissioni di Marino.

Sulla scia di Scoma, che ha chiesto al presidente dell´Ars di invitare il presidente della Regione Raffaele Lombardo a recarsi subito a Sala d´Ercole per spiegare quanto stava accadendo e come intendeva procedere, sono quindi intervenuti Totò Cordaro del Pid e Titti Bufardeci di Grande Sud, chiedendo anch´essi che il presidente della Regione si recasse in aula per fare il punto sulla situazione.

Alla fine, dopo una sospensione dei lavori parlamentari per consentire la riunione della conferenza dei capigruppo, è stato stabilito che nei prossimi giorni sarà concordata con Lombardo la data per una seduta interamente dedicata alla situazione politica.