Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 723
PALERMO - 14/05/2012
Politica - Il Presidente conferma le elezioni in autunno e la fine dell’esperienza del Terzo Polo

Lombardo: "Deluso da Mpa, è un partito del potere"

"C’è bisogno di ritornare alle origini per quanto riguarda l’autonomia e ripensare qualcosa di diverso» e cita il caso Ragusa

Raffaele Lombardo conferma: «Si voterà in autunno» e liquida il Terzo Polo: «Non ci ho mai creduto». Il leader autonomista non è soddisfatto neppure di Mpa: «Sono deluso dall’evoluzione dell’Mpa, il mio movimento non si è giovato della presidenza della Regione. Inizialmente non era così, le masse si muovevano, da Messina a Roma, poi si è trasformato nel partito del potere, la gente piuttosto che venire da me per portare avanti un progetto, restava o veniva per patteggiare o chiedere il posticino di sottogoverno, l’assessorato comunale. C’è bisogno di ritornare alle origini per quanto riguarda l’autonomia e ripensare qualcosa di diverso».

Lombardo non dice cosa ed è convinto che l’identificazione dei partiti con il singolo è deleteria per la politica italiana. Secondo il leader del Mpa «bisogna ripristinare le regole della democrazia, ma questo succederà solo quando la democrazia tornerà a valere per la scelta dei parlamentari, con il ripristino della preferenza tornerà il ripristino della democrazia e di partiti pluralisti e democratici che oggi non ci sono. Oggi nel sistema politico vige l’oligarchia e così è nella guida dei partiti». Poi ha concluso: «Oggi mi ritrovo così, mi chiedono anche di intervenire per evitare la scelta sbagliata di un assessore in provincia di Ragusa».

Un Lombardo a tutto campo che non salva neppure Mpa avviato, almeno stando al suo leader, alla liquidazione. Anche se il presidente della Regione ha abituato tutti a capovolgimenti di fronte e di posizione ma le sue parole sono molto indicative del clima che si respira ormai nei partiti.


16/05/2012 | 12.40.51
Gianluca

Questo signore è convinto che siamo tutti scemi e che gli unici sperti sono lui ed il suo amico Minardo a Modica. Vedrete, vedrete cosa vi accadrà alle prossime elezioni. Non vi siete voluti mettere da parte spontaneamente come hanno fatto per molto meno soggetti di grande spessore politico come Peppe Drago? Vi ci metteremo sonoramente da parte noi con il nostro voto. Contateci e godetevi questi ultimi mesi da signori!!!!


Questo è il colmo...
15/05/2012 | 7.30.01
Enrico Lancia

In questi casi si direbbe: ma ci sei o ci fai??? Il presidente che critica l´impianto del suo partito? A me personalmente risulta che proprio lui sia stata la causa di tutti i mali di questo movimento che partiva con grandi pretese e ambizioni, che prometteva grandi "cose", che sbandierava ai 4 venti la "novità" ma che alla fine non riusciva a gestire anche i problemi più semplici da affrontare al suo interno. E´ lui che ha dato spazio a persone sbagliate, che poi anche la magistratura ha scoperto affaristi e impbroglioni. Gente pesantemente inquisita che continua a fare quello che ha sempre fatto in passato, ad avere il potere che ha sempre avuto, a anche di più... E´ lui, da presidente della Regione e di MPA che non ha dato fiducia alle persone che la meritavano. E ora viene a criticare l´operato di chi? SUO, certamente!!! Ma ci vuole davvero coraggio... Vada a casa, sig. Lombardo: ha sbagliato tutto!