Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 989
PALERMO - 23/04/2012
Politica - Voto sempre più probabile in autunno ma il presidente lascia una porta aperta

Lombardo all´Ars parla oggi della sua vicenda giudiziaria

Molto atteso l’appuntamento, partiti in fermento

I deputati in settimana dovranno rientrare all´Ars convocata per giovedì 26 e forse anche all´indomani. Nel primo caso si tratta della seduta già concordata con il presidente della Regione, in cui Raffaele Lombardo informerà l´Aula sui suoi intendimenti circa probabili elezioni anticipate in autunno (ottobre, forse novembre) e accennerà anche alla vicenda giudiziaria che lo vede sotto minaccia di rinvio a giudizio.

Il governatore terrà distinte le due valutazioni, avendo già detto che, se non dovesse esserci archiviazione, lui si dimetterà prima che si arrivi all´eventuale rinvio a giudizio. C´è poi il piano politico: Lombardo ritiene che sia utile non affiancare Regionali e Politiche per tenere lontano da influenze e logiche romano - centriche il voto siciliano.

Quindi, probabile ritorno alle urne per le Regionali in autunno; a meno che non dovesse franare la situazione nazionale, perché in caso di Politiche anticipate, si studierebbe una data successiva. Nel frattempo si attende il responso del commissario dello Stato sulla Finanziaria. Si dà per scontato che alcune norme saranno impugnate e quindi si dovrà procedere allo stralcio per consentire la pubblicazione di tutto il resto della legge. Il commissario ha tempo entro venerdì per pronunciarsi.

Saranno queste due le uniche sedute dell´Ars fino al voto del 6-7 maggio, perché si vuole dare spazio al confronto nei singoli comuni chiamati al voto tra quindi giorni, Palermo in testa.