Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 970
PALERMO - 10/02/2012
Politica - Firmata da 26 parlamentari dell’opposizione

Mozione di sfiducia a Lombardo da Pdl, Pid e Grande Sud

E’ stata presentata all’Ars dai capigruppo Innocenzo Leontini (Pdl), Rudy Maira (Pid) e Titti Bufardeci (Grande Sud)

Pdl, Pid e Grande Sud hanno firmato una mozione di sfiducia al governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo, e alla sua giunta. La mozione è firmata da 26 parlamentari dell´opposizione ed è stata presentata all´Ars dai capigruppo Innocenzo Leontini (Pdl), Rudy Maira (Pid) e Titti Bufardeci (Grande Sud).

Innocenzo Leontini ha annunciato che anche l´Udc è pronta a votare la mozione in aula, anche se ha deciso di non firmarla. Pdl, Pid e Grande Sud giudicano fallimentare l´azione del governo su tanti temi, dalla formazione professionale alla spesa dei fondi comunitari, dalla gestione di alcune società partecipate come Sicilia e-Servizi, Irfis e Ast. In uno stralcio della mozione si legge: «Raffaele Lombardo e il suo attuale governo sono assolutamente inadeguati ad affrontare e avviare a soluzione i gravi problemi dell´Isola".

Non solo. A fronte di una grave crisi che sta scuotendo la Sicilia "l´impegno di Lombardo e´ esclusivamente rivolto a completare il puzzle delle nomine e degli incarichi di sottogoverno, siano essi di consulenza o di commissariamento, oppure di inserimento nei consigli d´amministrazione di Enti e Societa´ regionali. Lapidaria la risposta di Lombardo: «Di questa mozione di sfiducia si parla da tanto tempo. Finalmente Pdl, Pid e Grande Sud hanno partorito questa mozione. Se raggiungono i numeri se ne prenderà atto e si andrà a votare. Parleranno direttamente ai siciliani. Che abbiano presentato la mozione dimostra che si tratta di gente che non ha argomenti

"Perche lo hanno fatto ? - si chiede il governatore - Perchè a queste persone abbiamo tolto di mano il giocattolo. Un giocattolo fatto di sperpero di denaro pubblico, dello sfascio della Regione siciliana e della Sicilia, di assunzioni degli amici degli amici a scapito di chi e´ costretto ad andare a cercare lavoro fuori. Ma si può sfiduciare la riforma della sanità che tra mille difficoltà ha contratto i costi? Volete che non diano la sfiducia al governo i promotori e chi ha concepito il sistema dei termovalorizzatori, infiltrato di malaffare, rapina e mafia, come dice la commissione Pecorella, esponente del Pdl? E´ naturale che reagiscano, c´era tutto un giro di porcherie attorno a queste cose. E´ finito questo tempo, si mettano il cuore in pace".