Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1428
PALERMO - 01/12/2011
Politica - L’approvazione degli equilibri di bilancio rende il sindaco fiducioso e mette ordine nei conti

Buscema vede la fine del tunnel: "Disavanzo a 7 milioni"

«Da quasi 22 milioni di euro siamo passati a quasi 10 milioni dal 2008 al 2010; penso che possiamo arrivare ad una cifra ancora inferiore"

Antonello Buscema vede la fine del tunnel ed ha fiducia. Ha ricevuto prima la notizia della concessione dell’anticipazione di cinque milioni di euro da parte della regione ed ha preso atto della approvazione all’unanimità degli equilibri di bilancio.

La manovra è servita a fare chiarezza sui conti e a prefigurare un disavanzo dell’ente che si attesta sui sette milioni di euro. «Restiamo in una situazione di precarietà – dice il sindaco – perché la liquidità di cassa ci manca, ma abbiamo posto le fondamenta perché il bilancio dell’ente sia reale e si basa su cifre certe. Chiediamo a tutti i cittadini di fare il loro dovere pagando le tasse dovute e noi faremo del nostro meglio per amministrare bene. L’approvazione degli equilibri di bilancio è un altro passo importante verso la messa in sicurezza dei conti».

La delibera votata accerta che ci sono un milione in meno di residui attivi nel bilancio 20010 e 472 mila euro di residui passivi a conferma del fatto che è aumentata la capacità dell’ente di riscuotere i tributi. Il sindaco vede anche la fine di un periodo buio nella storia più recente dell’ente: «Non ci sono più debiti fuori bilancio. E’ una netta inversione di tendenza perché per la prima volta da tanti anni a questa parte non si prevedono più impegni sul prossimo anno: ricordo che questa amministrazione ha pagato debiti fuori bilancio per tre milioni 3.293euro nel 2008, quattro milioni 540 euro nel 2009, altrettanti nel 2010, tre milioni 700 mila nel 2011». Anche sul disavanzo dell’ente il sindaco è fiducioso e parla con i conti alla mano: «Da quasi 22 milioni di euro siamo passati a quasi dieci milioni dal 2008 al 2010; penso che possiamo arrivare ad una cifra ancora inferiore che alla fine del 2011 dovrebbe attestarsi intorno ai 7 milioni di euro. E condurre il nostro Comune rapidamente fuori dalla situazione del disavanzo,come tutti sanno, vuol dire liberarci da una condizione che ancora ci impone fortissimi limiti, a cominciare da quelli legati alle possibilità di investimento e di indebitamento con la Cassa Depositi e Prestiti per realizzare opere che servono alla città».

La Regione assicura l´anticipazione di 5 milioni di euro

Sbloccati cinque milioni di euro per il comune di Modica. Lo ha comunicato al sindaco Riccardo Minardo dopo il colloquio avuto stamane con l’assessore Regionale all’Economia, Gaetano Armao, il direttore generale della Ragioneria, Emanuele, ed il Presidente della Regione Lombardo in merito alla situazione di cassa dell’ente.

Si tratta di una anticipazione di somme prelevate dal bilancio della Regione e non, come era stato anticipato negli scorsi giorni, dai fondi che la Serit deve al Comune per il pagamento dei ruoli di acqua, Tarsu e contravvenzioni.
Questa ipotesi di lavoro è infatti venuta meno e la Regione, prendendo anche atto del percorso di risanamento dell´amministrazione comunale, è intervenuta in modo autonomo. Lo stesso assessore al Bilancio Gaetano Armao aveva espresso la volontà di dare una mano a palazzo S. Domenico proprio in virtù degli sforzi fatti dall’amministrazione Buscema per tagliare i debiti accumulati. Riccardo Minardo ha assicurato che entro questa settimana il trasferimento della somma sarà perfezionato ed inoltrato a palazzo S. Domenico.

Bisognerà tuttavia capire quali sono i termini dell’anticipazione e le modalità di restituzione della somma. Già nel 2008 il sindaco Buscema poté usufruire di un anticipazione di cinque milioni la cui restituzione è già stata pianificata dall’amministrazione.

Per il sindaco Antonello Buscema una boccata d’ossigeno e per i dipendenti comunali la certezza di una Natale più sereno visto che l’ente potrà pagare gli stipendi arretrati. Dell´anticipazione potranno beneficiare anche i lavoratori di cooperative e società collegate all´ente. Entro questa settimana l’amministrazione ha dato disposizioni per pagamento dello stipendio di ottobre e le notizie arrivate da Palermo consentono di guardare con fiducia sia al pagamento di novembre e di dicembre.

Soddisfatto il sindaco Antonello Buscema: «L’anticipazione, della quale appena pochi giorni fa avevo sollecitato l’urgenza, ci permetterà di affrontare con maggiore serenità i prossimi mesi, rendendo possibile una reale programmazione per il pagamento degli stipendi. Superata questa temporanea crisi di cassa potremo proseguire con maggiore fiducia anche sulla strada del risanamento finanziario di cui anche gli equilibri di bilancio rappresentano l’ennesimo importante passaggio».


Trapattoni docet?
29/11/2011 | 18.01.45
M.r.

Il Mister Trapattoni dice " non dire gatto se non ce l´hai nel sacco " non cantate tanto facilmente vittoria perchè solo dopo l´accredito nei singoli conti sarà certo.
Inoltre non condivido tanta osanna ed esultanza
" w minardo" in quanto la dobbiamo smettere che il politicante di turno si fregi di meriti non suoi ma solo di un dovere legittimo di rispettare un diritto ad essere regolarmente retribuiti.


grazie
29/11/2011 | 15.55.17
marcello

W Riccardo W - ottobre - novembre - dicembre - 13° - mi sento male, troppo bello per essere vero. W Riccardo W.
Dipendente comunale ancora incredulo , ma un pò felice.