Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1139
MONTEROSSO ALMO - 11/12/2014
Politica - A due anni e mezzo dall’insediamento dell’amministrazione

A Monterosso il sindaco Buscema "licenzia" la giunta

Sospese tutte le deleghe in attesa di una verifica politica. La comunicazione in consiglio comunale Foto Corrierediragusa.it

Paolo Buscema (nella foto) ha sospeso le deleghe assessoriali. I 6 assessori, nessuno escluso, sono stati in pratica "licenziati" in attesa di una verifica politica a due anni e mezzo dall´insediamento dell´amministrazione. Il sindaco ha comunicato la sua decisione con una lettera al presidente del Consiglio comunale ed al segretario comunale durante lo svolgimento dell´ultimo consiglio comunale. Il sindaco, l´intera giunta e i sei consiglieri di minoranza hanno poi abbandonato l´aula consiliare. La seduta del consiglio ha comunque continuato i lavori senza la loro presenza. Il sindaco Paolo Buscema nel documento afferma che «è necessaria una riflessione dopo due anni e mezzo di attività amministrativa per capire i risultati conseguiti e le cose che ci prefiggevamo di fare in questo periodo in favore del nostro paese".

Una "verifica politica", quella in sostanza aperta dal primo cittadino di Monterosso, «per evitare che i personalismi possano prevalere sull´interesse comune e che si possa avviare un confronto a 360° che consenta di addivenire a nuove linee in grado di rilanciare l´azione politica amministrativa". A rafforzare questo pensiero nel documento si afferma che "nelle more della realizzazione di nuovi eventuali assetti in seno alla giunta comunale, che si dovessero ritenere opportuni per il conseguimento degli obiettivi indicati nel programma elettorale, abbiamo reputato opportuno di procedere alla sospensione delle deleghe attualmente attribuite agli assessori comunali, per un momento di riflessione politica amministrativa".