Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 17 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 0:39 - Lettori online 626
MONTEROSSO ALMO - 14/04/2017
Politica - «Voglio finire il mio mandato con dignità»

Il sindaco decaduto di Monterosso Almo non ci sta

Il Tribunale amministrativo dovrà ora pronunciarsi entro 10 giorni Foto Corrierediragusa.it

«Un´autentica pagliacciata». Definisce così la vicenda il sindaco di Monterosso Paolo Buscema (foto), decaduto dalla carica per non aver raggiungo nei tempi imposti dalla Regione, l´approvazione del bilancio. Il primo cittadino si è visto notificare venerdì la decadenza da primo cittadino e annuncia il ricorso al Tar tramite il suo legale di fiducia Luigi Piccione, imputando al Consiglio comunale la responsabilità per la mancata approvazione del bilancio. Paolo Buscema sarebbe arrivato a scadenza naturale del mandato quinquennale di sindaco nel mese di giugno, ma un groviglio giuridico ha fatto sì che il Cga sentenziasse per la sua decadenza. Buscema ha quindi pronto il ricorso al Tar contro la nomina del Commissario. «Voglio finire il mio mandato con dignità», ha dichiarato il sindaco Buscema che parla di ingiustizia amministrativa nell´attribuzione di colpe per il bilancio che non sarebbe stato esitato dl Consiglio Comunale. La regione, secondo una normativa entrata in vigore nel settembre del 2016, impone il commissariamento ai Consigli Comunali che non approvano il bilancio per due volte di seguito. Di conseguenza, secondo la normativa, decade anche il primo cittadino.

Il Tribunale amministrativo dovrà ora pronunciarsi entro 10 giorni in merito al ricorso presentato. Intanto il consiglio comunale è stato sostituito dal commissario Vincenzo Raitano, Funzionario Direttivo del Servizio Ispettivo del Dipartimento Autonomie Locali, che dovrebbe sostituire anche il sindaco Paolo Buscema qualora il Tar respingesse il ricorso. La richiesta di Buscema, così come quella degli altri sindaci decaduti che hanno presentato ricorso, è quella di poter restare in carica fino al giorno delle prossime elezioni.