Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1039
MODICA - 18/07/2010
Politica - Modica: incontro congiunto tra il sindaco di Modica e quello di Vittoria

Il Pd boccia la finanziaria Berlusconi-Tremonti

C’era nche il deputato regionale Pippo Digiacomo. Il coordinatore cittadino Giancarlo Poidomani ha illustrato la proposta di legge d’iniziativa popolare del partito Foto Corrierediragusa.it

La manovra finanziaria Berlusconi Tremonti è estremamente dannosa per gli enti locali. Sulla base di questo assunto i due sindaci del Partito Democratico di Modica e Vittoria, rispettivamente Antonello Buscema e Giuseppe Nicosia, hanno organizzato un incontro congiunto per criticare la manovra e lanciare la loro proposta di legge d’iniziativa popolare, condivisa anche dal deputato regionale Pippo Digiacomo ed illustrata dal coordinatore cittadino Pd Giancarlo Poidomani. Il Pd propone una maggiore autonomia locale, la modifica del patto di stabilità e l’eliminazione dei vincoli che colpiscono i comuni virtuosi, nonché i giovani senza lavoro e i ricercatori.

Ma così com’è, la manovra finanziaria è solo un pannicello caldo e, secondo Digiacomo, colpisce due volte la provincia di Ragusa: sotto l’aspetto del taglio dei fondi agli enti locali, e per quanto riguarda lo stritolamento del settore agricoltura, volano economico principale del territorio. Il primo cittadino di Modica ha dichiarato che la manovra impedisce, tra le altre cose, al comune di dotarsi di alte e necessarie figure dirigenziali. Il sindaco di Vittoria non ha dubbi sull’inutilità della manovra: «Colpisce le fasce più deboli e limita l’autonomia dei comuni».

(Nella foto da sx Giancarlo Poidomani, Giuseppe Nicosia, Antonello Buscema e Pippo Digiacomo)