Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1167
MODICA - 13/01/2010
Politica - Modica: entro la settimana la seduta del consiglio per l’elezione del presidente

Paolo Garofalo "for president", Mpa e Pd sono d´accordo

La maggioranza si compatta ma chiede a Garofalo una più rigorosa applicazione del regolamento

La maggioranza si ritrova attorno al nome di Corrado Garofalo e si presenterà alla prossima riunione del consiglio, prevista per questo fine settimana, pronta a votare l’ex presidente. Sono state due ore di discussione tra i componenti della giunta Buscema, assente il sindaco, e i 17 componenti la maggioranza Mpa Pd tra cui lo stesso ex presidente.

«Non è stato tanto l’accordo sulla riproposizione di Garofalo a farci discutere quanto l’interpretazione del ruolo del presidente e la conduzione dei lavori» dice un partecipante alla riunione che preferisce mantenere l’anonimato. Se Mpa e Pd non hanno avuto problemi a seguire le indicazioni dei vertici di partito Nino Cerruto di Nuova Prospettiva è stato tiepido sul nome del nuovo presidente del consiglio. Cerruto è stato infatti protagonista di uno scontro verbale con alcuni esponenti dell’Udc in occasione di una seduta aperta del consiglio ed in quella occasione non si è sentito abbastanza tutelato dal presidente del consiglio.

«Avrei gradito –ha detto Nino Cerruto ai suoi- che quella stessa solidarietà mostrata oggi fosse stata mostrata nell’occasione in cui sono stato ingiustamente attaccato». Rispetto del regolamento e conduzione dei lavori rigorosa è stata la direttiva che la maggioranza ha chiesto e sulla quale lo stesso Garofalo si è ritrovato. «Se sarò il nuovo presidente del consiglio –ha annunciato Paolo Garofalo- mi atterrò in modo scrupoloso al regolamento e non consentirò sbavature né alla maggioranza né all’opposizione». Su questa linea si sono ritrovati i consiglieri Mpa Pd che hanno anche convenuto che per assicurare una conduzione lineare dei lavori bisognerà dare la massima collaborazione al presidente evitando doppi e tripli interventi e dichiarazioni fiume.

Paolo Garofalo è uscito dalla riunione confortato e pronto ad accettare l’incarico succedendo così a se stesso. Sul fronte della minoranza la chiusura a Garofalo è netta e Pdl ed Udc voteranno un candidato di bandiera che potrebbe essere il capogruppo Pdl Luigi Carpenzano. La seduta sarà convocata dal consigliere anziano, in termini di voti, Michele D’urso, e l’indicazione di massima è quella di fissare i lavori per venerdì pomeriggio o al massimo per sabato mattina.