Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedμ 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1198
MODICA - 10/12/2009
Politica - Modica: risposta al vetriolo di Pd e Mpa dopo il "colpo di coda" del leader ibleo Udc

La maggioranza dei "morti viventi": "Drago a volte torna"

"Con quale coraggio – si legge testualmente in una nota congiunta dei partiti – e da quale pulpito viene la predica da parte di chi ha lasciato dietro di sé soltanto terra bruciata"

Il «colpo di coda» di Drago ha indispettito la maggioranza, che, sulla falsariga del filone horror avviato dal leader ibleo dell’Udc, che aveva definito la giunta Buscema composta da «morti viventi», rende adesso la pariglia. Per il Pd, l’Mpa, le liste civiche e i movimenti politici della maggioranza, i componenti dell’Udc fanno parte di coloro che «A volte ritornano», voluta citazione di uno dei racconti più celebri del maestro del brivido Stephen King.

La maggioranza rigetta le accuse di Drago e le rispedisce al mittente con tanto di battute al vetriolo. «Con quale coraggio – si legge testualmente nella nota – e da quale pulpito viene la predica da parte di chi ha lasciato dietro di sé soltanto terra bruciata, nel patetico tentativo di seminare di nuovo. A volte – prosegue la nota – chi ha raccontato favole per anni, prova a guadagnarsi nuova credibilità.

Chi si è scavato da sé la propria fossa tenta di uscirne. Chi pensa di poter prendere ancora in giro la propria città ci riprova. La maggior parte dei nostri concittadini ha scoperto insieme a noi – si continua a leggere nella nota – l´amara realtà del comune, sull’orlo del dissesto anche perché, come ammesso dallo stesso Drago, la precedente amministrazione retta dall’Udc ha «sacrificato il rigore finanziario».

Alla luce di questa ammissione spontanea – proseguono i consiglieri di maggioranza – non possiamo che sentirci offesi da simili attacchi, da simili assurdi giudizi rivolti a chi si sta impegnando in un´azione, tutt’altro che semplice, di risanamento finanziario e rinnovamento profondo. Ma più che il rigore finanziario – aggiunge la maggioranza – la precedente amministrazione ha sacrificato tutta la città sull´altare degli interessi di un partito, e le conseguenze nefaste di quel modo di amministrare sono oggi sotto gli occhi di tutti.

L´amministrazione Buscema è oggi fortemente impegnata a garantire il risanamento finanziario dell´ente evitando, al contempo, costi sociali e conseguenze ancora più gravi per i cittadini. I discutibili proclami dell´on Drago – si continua a leggere nella nota – non aiutano certo a creare un clima di collaborazione e di sforzo unitario tra tutti i settori della politica, dell´economia e della società, per uscire dalle sabbie mobili del possibile dissesto. Se questa amministrazione non si fosse vista costretta a ridurre il pesante debito ereditato dal passato, avrebbe potuto spendere di più per la città.

Se questa giunta non avesse trovato un organico che pesa come un macigno sulle casse comunali, avrebbe potuto creare di più. Se il consiglio comunale – si chiude la nota – non avesse impiegato gran parte del suo tempo a riconoscere decine e decine di debiti fuori bilancio, avrebbe potuto esitare gli strumenti finanziari in maniera più celere, lasciando più ossigeno alle spese correnti». La maggioranza ricorda infine quanto programmato finora: dalla prossima liquidazione della «Multiservizi» al nuovo bando europeo per la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti, «al di là – si chiude la nota – di quanto affermato da coloro che «a volte ritornano».