Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 783
MODICA - 24/11/2009
Politica - Modica: ancora un avvicendamento nella giunta Buscema

Iabichella assessore ai servizi sociali al posto di Di Rosa

Un fatto tutto interno ad Mpa visto che i due sono entrambi fedelissimi del leader autonomista Riccardo Minardo
Foto CorrierediRagusa.it

Nuovo assessore al personale ed ai servizi sociali per la giunta Buscema. Silvio Iabichella (nella foto) subentra al posto di Michele Di Rosa che si è dimesso dopo appena un mese e mezzo dal suo insediamento. L’avvicendamento è stato reso necessario dai tanti impegni professionali di Michele Di Rosa che si è reso conto di non potere assolvere al suo ruolo i amministratore. L’avvicendamento è un fatto tutto interno ad Mpa visto che i due sono entrambi fedelissimi del leader autonomista Riccardo Minardo.

Si tratta del secondo consecutivo avvicendamento in casa Mpa nel giro di pochi mesi visto che Michele Di Rosa era subentrato ad Emanuele Muriana, che ha detenuto per oltre un anno la delega al bilancio. Silvio Iabichella, 43 anni, già consigliere comunale e capogruppo di Forza Italia, si è dimesso a sua volta da amministratore unico di Modica Rete Servizi, carica che aveva assunto un anno fa. Le cariche di amministratore unico e di assessore non sono infatti compatibili per cui toccherà ora al sindaco trovare un nuovo amministratore della società. Il nome verrà fuori sempre da Mpa ed a questo proposito Riccardo Minardo pensa a Pietro Spadola, commercialista e consulente del lavoro.

«Serve una figura tecnica che possa gestire questa fase delicata nella vita della società- dice Riccardo Minardo- Decideremo comunque nei prossimi giorni perché ci potrebbero essere altre proposte degne di attenzione». La Rete Servizi è destinata ad accogliere il personale che transiterà dalla Modica Multiservizi che secondo il programma concordato tra i due partner di governo a palazzo S. Domenico dovrà concludersi entro l’anno. «E’ un punto già concordato e sottoscritto- dice Riccardo Minardo- La Modica Multiservizi sarà sciolta entro dicembre e si ripartirà con il nuovo anno con un nuovo assetto societario.