Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 791
MODICA - 26/09/2009
Politica - Modica: il gruppo dirigente del partito denuncia mancanza di trasparenza e di confronto

Pdl attacca giunta: "A Modica troppi problemi da risolvere"

Randagismo, conto consuntivo, viabilità,impiantistica sportiva sono i punti che sono stati toccati nel corso della conferenza stampa convocata nella sede del partito
Foto CorrierediRagusa.it

Pdl a testa bassa contro l’amministrazione. Il gruppo dirigente del partito denuncia mancanza di trasparenza e di confronto tra l’amministrazione e l’opposizione su problemi di vitale importanza per la vita cittadina. I consiglieri comunali, Tato Cavallino, Bartolo Azzaro, Luigi Carpenzano,Giovanni Migliore, Michele D’urso, e quelli provinciali Mommo Carpentieri, Vincenzo Pitino e Marco Nanì, annunciano un’azione forte di coinvolgimento su tutto il territorio per informare i cittadini su ritardi e inadempienze della amministrazione Buscema.

«La città ci chiede di far sentire la nostra voce, di levare una forte denuncia perché così non va» dice il capogruppo Luigi Carpenzano annunciando riunioni nei vari quartieri. Randagismo, conto consuntivo, viabilità,impiantistica sportiva sono i punti che sono stati toccati nel corso della conferenza stampa convocata nella sede del partito. «Non sanno fare neppure i conti – denuncia Giovanni Migliore- Il conto consuntivo approvato è sbagliato perché alcune somme sono state iscritte in un capitolo di bilancio non pertinente. Non c’è un avanzo ma bensì un disavanzo di 600mila euro».

Per Michele D’Urso il sindaco ed i suoi assessori proiettano una immagine falsa della città come nel caso dei programmi estivi, del caso randagismo,dello stato delle finanze. Michele D’Urso si è soffermato sul randagismo parlando di un fenomeno presente nel territorio comunale come evidenziano le cronache di tutti i giorni ma sottovalutato dall’amministrazione che non riesce ad affrontare il problema ed anzi lo elude come nel caso della seduta del consiglio comunale. «Il randagismo – dice D’Urso- è un’emergenza e come tale va affrontata». Tato Cavallino punta poi l’indice sul caso degli impianti sportivi non agibili come il «Barone», il «Tantillo», l’auditorium e sul degrado in cui versano gli impianti di quartiere voluti dalla precedente amministrazione. « Sono diventati luoghi pericolosi – denuncia Mommo Carpentieri- Non sono state sottoscritte le convenzioni di affidamento ed i campetti sono pieni di erbacce e ricettacolo di immondizia. Peccato davvero».