Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1474
MODICA - 28/08/2009
Politica - Modica: si appresta a lasciare anche l’assessore all’ecologia Tiziana Serra

Giunta Buscema: via Muriana, al suo posto Michele Di Rosa

L’on Riccardo Minardo indica al sindaco Antonello Buscema la strada da percorrere per il rimpastino

L´on Riccardo Minardo indica al sindaco Antonello Buscema la strada da percorrere per il rimescolamento in giunta. Per Mpa uscirà Emanuele Muriana.
«Ha dato la sua disponibilità», dice il leader Mpa Minardo.

Al posto di Muriana entrerà in giunta uno dei fedelissimi del parlamentare; si tratta di Michele Di Rosa,50 anni, ispettore del lavoro, stimato professionista, già candidato assessore nella lista di Enzo Scarso sindaco. Mpa confermerà invece Enzo Scarso con la delega allo sport ed ai servizi sociali e Giorgio Cerruto, assessore ai Lavori Pubblici che Mpa vorrebbe accorpare con quella all’urbanistica, in atto detenuta da Elio Scifo.

Sarà un braccio di ferro tra Pd ed Mpa visto che Scifo non è intenzionato ad abbandonare il suo assessorato ed anzi non fa mistero di puntare ai Lavori Pubblici. La questione politica è comunque tutta aperta e se in Mpa Minardo, grazie alla sua indiscussa leadership , ha già deciso o quasi, nel Pd il confronto e le discussioni interne sono cominciate.

Antonello Buscema rientrerà in sede lunedì e si metterà subito al lavoro anche per il nuovo assetto della giunta. Tiziana Serra è destinata a lasciare mentre gli altri assessori si avviano verso una riconferma, seppur con un rimescolamento di deleghe come per esempio quella di Peppe Sammito, che, anche per motivi di lavoro, svolgerà un compito più esterno, quasi da consulente nel campo della gestione del personale. Giancarlo Poidomani, segretario Pd, tuttavia si affretta a smentire e rassicurare. «Gli assessori hanno lavorato tutti bene – dice Poidomani - e ogni decisione comunque vada sarà presa in modo collegiale con Mpa, Sinistra Democratica e Nuova Prospettiva»

Viabilità, emergenza idrica, applicazione dell’articolo 14 della finanziaria regionale con la quale il comune può anticipare somme grazie all’intervento delle banche per pagare i fornitori sono le prossime questioni che Minardo chiede di affrontare. Minardo è soddisfatto di come è stata affrontata ed avviata a soluzione la questione finanziaria grazie all’avvento di Francesco Bondì, funzionario regionale, chiamato a gennaio a palazzo S. Domenico. Bondì è alla fine del suo mandato anche se per lui sarà un arrivederci visto che a breve scadenza rientrerà con un ruolo altrettanto delicato quale quello di presidente del nucleo di valutazione del personale.