Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 706
MODICA - 24/05/2009
Politica - Modica: l’esclusivo campionario di "finezze" del viceministro alla presentazione di Cimino

Miccichè, fulgido esempio delle basilari regole del bon ton

Non manca una stoccata trasversale anche per Peppe Drago. «Abbiamo l’arcangelo Michele (Cimino) che infilza il drago che giace sotto di lui» Foto Corrierediragusa.it

«Nino Minardo cresce, Gianni Mauro ha un futuro, Giuseppe Castiglione è vergognoso». Gianfranco Miccichè (nella foto) non ha tradito le attese a villa Real alla presentazione di Michele Cimino alle europee. Con linguaggio e modi poco congeniali ad un viceministro Micchichè non si fa pregare sin dal suo esordio ed entra a gamba tesa innanzitutto contro Giuseppe Castiglione per il suo modo di interpretare il suo ruolo nel Pdl.

«Vuole fare cadere Lombardo – questa è la verità - va a dire a Berlusconi di bloccare i finanziamenti per la Sicilia per andare contro il presidente. Non ci riuscirà, ci siamo noi che facciamo politica senza fini personali». Miccichè parla anche del Pdl provinciale: «Arriveremo al 75 per cento delle cariche istituzionali in provincia, oggi siamo al 50 per cento. Ce la faremo. Per fortuna ho scelto il Minardo giusto e con lui faremo molta strada e per Gianni Mauro c’è un ruolo importante in prospettiva».

Non manca una stoccata trasversale anche per Peppe Drago. «Abbiamo l’arcangelo Michele (Cimino) che infilza il drago che giace sotto di lui». Tra una battuta, una ovazione, qualche locuzione in stretto palermitano il viceministro chiude la convention. Alla prossima.