Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1175
MODICA - 18/05/2009
Politica - Quando si dice "I miracoli della politica"

Scoppia la pace tra Nino Minardo e Carmelo Incardona

L’assessore regionale aveva dichiarato che il giovane parlamentare "compra le persone". Apriti cielo: nel Pdl tutti indignati. Adesso di nuovo amici come prima

Niente più avvocati e carta bollata per il parlamentare Nino Minardo e l´assessore regionale al lavoro Carmelo Incardona. Dopo le polemiche della scorsa settimana, di cui avremmo in verità fatto volentieri a meno, tra i due è scoppiata la pace. Miracoli della politica? Può darsi. Minardo e Incardona hanno diramato una nota congiunta che pubblichiamo di seguito in versione integrale:

"L’assessore regionale Carmelo Incardona e il deputato nazionale Nino Minardo, in seguito alle polemiche dei giorni scorsi, si sono incontrati e hanno chiarito i disguidi intercorsi.

«L’interesse comune è di fare crescere il Partito – affermano i due parlamentari – e abbiamo ribadito l’amicizia personale e al tempo stesso che l’espressione «comprare» non era riferita ad azioni in denaro ma in senso politico, riconoscendo comunque che l’on Minardo ha saputo convogliare intorno a se e al nostro nuovo Partito il consenso di tanti amici provenienti da altre esperienze.

L’on Minardo, dal canto suo, ha precisato che l’espressione «passatempo» e le altre usate nei confronti dell’assessore Incardona, non volevano essere offensive in quanto lo stesso riconosce l’impegno e la passione che l’on Incardona mette in ogni attività che svolge».


Solo un cattivo uso della lingua italiana, quindi. Roba da commuoversi. Altro che fiction o soap opera. Spesso la realtà supera la finzione e, di questi tempi, in ambito politico sta diventando quasi una routine. Di seguito, riportiamo l´articolo con le origini della polemica, ora spentasi con questa mielosa nota congiunta. Ai lettori il (dis)piacere di trarre le conclusioni. Arrivederci alla prossima puntata.


NINO MINARDO E CARMELO INCARDONA, COME VOI NESSUNO MAI
di Duccio Gennaro


«Io non compro nessuno», aveva tuonato Carmelo Incardona ai suoi elettori facendo riferimento a Nino Minardo; nel discorso animato al suo elettorato di riferimento Incardona ha fatto emergere vecchie ruggini e passaggi repentini di maglia e di appartenenza all’interno del Pdl. Immediata la replica di Nino Minardo « E’ pronta la querela per diffamazione. Incardona cambi tono e non avveleni il clima di serenità di questa campagna elettorale».

Nino Minardo intanto ha fatto scendere in campo le sue truppe cammellate. Una trentina tra amministratori locali e consiglieri comunali, tra cui Mommo Carpentieri, Salvo Mallia, Riccardo Terranova, Nino Gerratana, Luigi Marchi, hanno mandato a dire ad Incardona di non avere avuto compenso di nessun genere per sposare il progetto Pdl. Incardona si guardi bene dell’insultare ed offendere sul piano personale. Dal fronte Incardona ancora nessuna replica ma la battaglia è aperta e gli avvocati sono pronti a meno di una conciliazione che metta a tacere l’orgoglio «aennista» dell’assessore Incardona.