Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 919
MODICA - 11/04/2009
Politica - Modica: la giunta lo aveva approvato due settimane fa

Il giallo del bilancio comunale scomparso di Modica

Lo cercano i componenti della commissione competente, lo cerca il presidente del consiglio, ma nessuna notizia ufficiale trapela
Foto CorrierediRagusa.it

E´ giallo sul bilancio comunale. La giunta lo aveva approvato due settimane fa, assumendo l’impegno di accelerare al massimo l’invio dello strumento finanziario in commissione per l’esame. Il passaggio è fondamentale perché l’atto possa essere dotato del parere previsto per legge e quindi essere discusso in aula per l’eventuale approvazione. Del bilancio 2009 tuttavia si sono perse le tracce. Lo cercano i componenti della commissione competente, lo cerca il presidente del consiglio, ma nessuna notizia ufficiale trapela.

Il bilancio 2009 è invece all’esame del nuovo dirigente dell’ufficio ragioneria che dovrà dare il suo parere tecnico. Quello cche doveva essere un passaggio di routine si è trasformato in un esame approfondito e dettagliato voce per voce; da quanto è dato sapere il dirigente ha riscontrato parecchie anomalie e si è quindi fermato per invitare la giunta a riconsiderare quanto approvato.

«Siamo molto preoccupati- dice Michele D’Urso, consigliere Pdl – Non abbiamo notizia del bilancio nonostante l’urgenza con la quale l’amministrazione vuole procedere. Attendiamo notizie». Tra le incongruenze riscontrate ci sono le voci riguardanti le società partecipate, Multiservizi e Rete Servizi. Nella voci relative a queste uscite sono state infatti iscritte somme che presuppongono la ridefinizione dei contratti dei singoli servizi assicurati dalle società.

I contratti invece sono ancora quelli sottoscritti negli anni passati e che pesano come macigni sul bilancio comunale come per esempio il verde pubblico la cui voce da sola è di circa 800mila euro. Tutto questo quando si è arrivati a quattro mesi dall’inizio dell’anno con il vecchio contratto e di quello nuovo non si è nemmeno cominciato a parlare. A questo punto tutto dovrà essere ridiscusso ed è proprio su questo aspetto che il dirigente dell’ufficio ragioneria ha puntato i piedi.

Per fare chiarezza su questo e sul futuro della Multiservizi il Pdl e l’Udc hanno chiesto al presidente del consiglio comunale la convocazione di una seduta aperta con la partecipazione dei due amministratori delle società collegate, Silvio Iabichella, Rete Servizi, e Carmelo Ruta, Multiservizi, con la presenza dei lavoratori. Tra questi sta montando la preoccupazione alla luce del mancato rinnovo del contratto per dieci lavoratori.

Il contratto per le dieci unità impiegate nei servizi di pulizia e manutenzione, scaduto il 30 marzo con decorrenza dal 2007, non è stato infatti rinnovato ed il personale si trova praticamente senza lavoro e con un punto interrogativo sul proprio futuro. L’assessore al personale Peppe Sammito lancia tuttavia segnali positivi « Nessuno sarà licenziato , pensiamo di agire sul numero delle ore per scongiurare licenziamenti». Nulla è ancora deciso anche se i segnali vanno nella direzione della riduzione del personale cominciando da chi ha un contratto di lavoro a tempo determinato.

(Nella foto in alto da sx l´assessore allo sviluppo economico Peppe Sammito, il sindaco Antonello Buscema e l´assessore al bilancio Emanuele Muriana)