Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 638
MODICA - 14/01/2009
Politica - Modica - In attesa del piano del traffico del centro storico

Modica: Mandolfo su sosta selvaggia

Regna il caos. Il consigliere comunale Mpa insorge: "Chiedo che si corra ai ripari nel minor tempo possibile" Foto Corrierediragusa.it

In attesa del piano del traffico del centro storico resta solo il caos. E’ il fenomeno del parcheggio abusivo che sconvolge traffico ed abitudini di residenti e visitatori. La denuncia di Diego Mandolfo (nella foto) è impietosa « Abbiamo costruito piazze e creato nuovi spazi ma ce li ritroviamo invasi dalle macchine. Non è possibile, chiedo che si corra ai ripari».

Il consigliere comunale Mpa si rivolge direttamente al suo collega di partito, Emanuele Muriana, titolare della delega alla viabilità. Impegnato più sul fronte della quadratura del bilancio, di cui è anche responsabile, che sulla riorganizzazione dei servizi di viabilità Muriana ha fino ad ora soprasseduto a mettere mano a viabilità e servizi connessi nel centro storico. Idee migliori non sono venute dal comando dei vigili dove il dirigente, Giuseppe Puglisi, è rientrato dopo alcune settimane di assenza. In attesa di un piano organico di riassetto della viabilità, come avvenuto per il S. Cuore, mancano tuttavia quegli interventi minimo che potrebbero dare respiro ad una città intasata. Il caso riportato da Diego Mandolfo è emblematico.

« Prendiamo la piazzetta sottostante la chiesa di S. Pietro – dice il consigliere Mpa – Qui le macchine sostano ad ogni ora del giorno. Quelle che erano basole bianche sono ora ricoperte di olio ed alcune sono anche spaccate; inoltre la piazzetta è invasa e non consente ai passanti anche di attraversarla». Il caso si ripete anche sulla piazzetta antistante la chiesa di S. Maria, piazza Principe di Napoli da dove si accede a palazzo S. Domenico. I vigili chiudono un occhio o due quando sono in servizio e quando cala la sera, soprattutto nel fine settimana, il caos è totale perché il movimento del traffico sale ed il numero delle macchine raddoppia. L’ingorgo è la norma e non c’è nessuno in servizio che possa dare ordine o regolamentare la viabilità. « Perchè questo malcostume termini chiedo maggiore presenza di agenti, anche nelle ore interessate dal fenomeno, al fine attuare una concreta repressione nell’immediato ed una corretta prevenzione per il prossimo futuro « dice Diego Mandolfo nella speranza che qualcuno lo ascolti.