Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1291
MODICA - 30/11/2008
Politica - Modica - I problemi del corso universitario in scienze sociali

Minardo: "Drago straparla, che pensi ai suoi guai giudiziari"

Il parlamentare Udc replica: "Riccardo è uno spericolato"
Foto CorrierediRagusa.it

Guerra aperta tra Peppe Drago e Riccardo Minardo (nella foto). E’ il secondo tempo della sfida apertasi alle comunali quando Minardo tirò in ballo il parlamentare Udc per una questione di finanziamenti occulti e appartamenti romani che portò ad una querela di Drago nei confronti di Minardo dagli esiti ancora aperti.

"Riccardo Minardo ? E’ uno spericolato" dice Drago. «Peppe Drago non dorme bene la notte perché pensa ai suoi guai giudiziari e non sa cosa dice» replica Minardo. In ballo non c’è più la sindacatura o un’alleanza ma soltanto l’apertura del corso in Scienze Sociali che vede un centinaio di studenti in fibrillazione da un mese a questa parte.

Per il presidente del consorzio universitario ibleo ci vuole calma, pazienza ed una sagace opera di tessitura tra consorzio e rettore dell’università di Messina. « Abbiamo dovuto prendere atto della necessità di attendere l’approvazione da parte del ministero del nuovo corso di laurea ma anche degli esiti del dibattito parlamentare sul Decreto Gelmini, che è stato già approvato al Senato anche negli articoli che prevedono nuovi vincoli per l’apertura di nuovi corsi di laurea –dice il presidente Drago – Quella di Minardo è dunque una fuga in avanti che non si giustifica e che ci mette in difficoltà , che provoca destabilizzazione e che può procurare un danno irreparabile». Per Riccardo Minardo c’è invece una sola certezza « Il corso di scienze sociali si apre, non ci sono dubbi».

"Drago è arrabbiato e preoccupato per le sue vicende personali e giudiziarie che lo portano a distrarsi e ad allontanarsi dalle problematiche del territorio - dichiara Ricardo Minardo - e quindi non è sereno e non sa quello che dice e quando si sveglia, angosciato, agitato e ansioso non sa com’è effettivamente la realtà delle cose. Questo comunque non importa a studenti e famiglie cui ribadisco: state tranquilli, il corso riapre a giorni».

In mezzo studenti perplessi, dubbiosi, arrabbiati per la contesa che si sta consumando sopra le loro teste. «Abbiamo pagato le tasse, affittato le case, e vogliamo solo studiare – dicono nella’trio della chiesa di S. Giuseppe, sede del corso – Non abbiamo ancora alcuna certezza, solo un battibecco degno di ben altri luoghi».

Giuseppe Drago