Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 16 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:14 - Lettori online 948
MODICA - 01/08/2017
Politica - La mancata diffusione via etere e via internet

D´Antona: "Le sedute nascoste del consiglio"

Sarà chiesto di indire la gara d’appalto con le risorse disponibili Foto Corrierediragusa.it

Il consiglio comunale rende omaggio a Marcello Perracchio con un minuto di silenzio e l’impegno di dedicare l´intitolazione di una strada all’attore modicano scomparso venerdì scorso. Opposizione sul piede di guerra su riprese televisive e attività integrative ma la maggioranza respinge le richieste avanzate. In una nota congiunta, successiva ai lavori, i rappresentanti delle opposizioni manifestano il loro disappunto per l’atteggiamento del sindaco che nei fatti non favorisce un servizio gradito alle famiglie come le attività di doposcuola e dall’altro tiene al buio la città sui lavori del consiglio comunale. Le riprese tv non sono infatti assicurate da mesi nonostante numerose sollecitazioni in tal senso. L’amministrazione ha ribadito di non avere risorse per garantire il servizio provocando la reazione delle opposizioni che hanno proposto di attingere soldi dai gettoni di presenza dei consiglieri o dai fondi destinati al programma estivo.

Per Vito D’Antona l’atteggiamento dell’amministrazione nasconderebbe il tentativo di tenere all’oscuro la città di quanto succede nell’aula consiliare in un momento difficile per la vita dell’ente. Con una nota al dirigente responsabile ed al segretario comunale sarà chiesto di indire la gara d’appalto con le risorse disponibili. Non proprio una soluzione di immediata fattibilità e che appare come un ulteriore allungamento dei tempi.

L’amministrazione non lascia spazi di manovra anche nel dibattito sulle attività integrative che sono sospese dallo scorso anno scolastico. Gli insegnanti sono stati destinati ad altre mansioni viste le deficienze di organico e le scuole non hanno potuto garantire il servizio sospendendolo. Nonostante le richieste dai banchi delle opposizioni e di un comitato che ne ha chiesto il ripristino il sindaco ha ribadito che l’ente non può permettersi la spesa e che la decisione assunta un anno fa è stata anche suffragata da sentenze dei giudici amministrativi. L’amministrazione favorirà invece progetti mirati per studenti in difficoltà su specifica richiesta delle scuole e metterà a disposizione gli scuolabus.