Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 18 Agosto 2017 - Aggiornato alle 12:44 - Lettori online 784
MODICA - 08/11/2016
Politica - Sedute improduttive e imbarazzanti

Va di scena il ridicolo in consiglio a Modica

I consiglieri di maggioranza si sono sfilati, stop e arrivederci Foto Corrierediragusa.it

La maggioranza c’è, ma mancano sindaco e assessore al bilancio. Tra eccezioni procedurali, manovre e sollecitazioni di diverso segno per la quinta volta la seduta è rinviata. Il Piano di riequilibrio resta nel cassetto e non è discusso. Per la verità sono state lette alcune pagine da parte dell’assessore Pietro Lorefice ma poi la richiesta di una sospensione breve ha portato alla liquefazione della maggioranza e al presidente del consiglio non è rimasto altro che il rinvio. L’atto inviato dalla Corte dei conti è delicato, entra nel merito specifico della situazione finanziaria dell’ente, rileva inadempienze ed evidenzia i punti critici e dovrebbe essere in cima ai pensieri di amministrazione e maggioranza. Sta di fatto che per un motivo o per un altro da un mese e più il consiglio è fermo. Prima è mancata la maggioranza, stavolta è stato il turno di sindaco, a Roma per impegni istituzionali, e assessore al Bilancio, per motivi di salute.

Le opposizioni, pur prendendo atto delle ragioni addotte, non hanno potuto non evidenziare una tattica del rinvio studiata a tavolino, e invitato a questo punto uno degli assessori presenti, vicesindaco compreso, a relazionare o comunque a leggere almeno il corposo documento. Tra un tira e molla generale alla fine l’assessore Pietro Lorefice aveva cominciato la lettura ma è stato tutto inutile. I consiglieri di maggioranza si sono sfilati, stop e arrivederci alla prossima seduta, con l´auspicio che non si assista ad altre sedute improduttive e imbarazzanti caratterizzate da un immobilismo stucchevole