Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1439
MODICA - 21/09/2016
Politica - Da due anni e mezzo posto vacante, responsabilità affidata al segretario geenerale

Ufficio Ragioneria Modica, dirigente cercasi

Posto vitale per la gestione dell’ente, interrogazione di Claudio Gugliotta e Tato Cavallino Foto Corrierediragusa.it

Un ufficio senza guida. Manca da due anni il dirigente di Ragioneria a palazzo S. Domenico nonostante l’ente versi in una situazione delicata dal punto di vista economico finanziario. L’amministrazione ha deciso di soprassedere sulla nomina del dirigente e piuttosto affidare la responsabilità al segretario generale, già di per sé oberato da carichi di lavoro non semplici. Una situazione anomala per un ente complesso e non si riescono a capire le reali ragioni per cui l’amministrazione se ne stia con le mani in mano senza coprire un ruolo vitale. Sulla questione i consiglieri Claudio Gugliotta (foto) di Adesso Modica e Tato Cavallino (Area Popolare) sono intervenuti con una specifica interrogazione sollevando ancora una volta il problema.

Dicono i due consiglieri: «Il sindaco ha dapprima affidato l’ufficio al dirigente del settore, per poi annunciare questa famosa posizione organizzativa mai effettivamente concretizzata. Di per sé un fatto del genere sarebbe già abbastanza grave, ma in un Comune in cui sono stati nominati i tre revisori dei conti, il conto consuntivo 2015 e il bilancio di previsione 2016 vanno approvati quanto prima e le emergenze non si contano più, diventa ancora più importante accendere i riflettori su questo problema e far si che non si perda altro tempo. Auspichiamo che questa lunga fase di impasse venga finalmente superata, per il bene della collettività. Non si può più rimandare. L’ufficio ragioneria è, materialmente, quello che permette che le casse dell’ente siano gestite e monitorate con oculatezza, pagando servizi e fornitori. Il sindaco metta l’organizzazione di questo ufficio tra gli impegni improcrastinabili o, come in un effetto domino, anche altri settori finiranno nel caos».