Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 692
MODICA - 19/09/2016
Politica - Presidente della triade è Angelo Giallongo, Giovanni Adamo e Fabrizio Immormino gli altri due componenti

Modica, nominati i revisori dei conti. Ricorsi in vista?

Per le opposizioni seguita una norma della legge regionale ormai cassata Foto Corrierediragusa.it

Nominati i tre nuovi revisori dei conti a palazzo S. Domenico. Sono Angelo Giallongo (foto), sciclitano, che sarà il presidente, Giovanni Adamo, modicano, e Fabrizio Immormino di Viagrande. I tre nomi sono stati sorteggiati a conclusione dei lavori del consiglio comunale preceduto da un dibattito acceso sull’opportunità o meno di procedere con la nomina dei revisori. Alla fine la votazione che ha bocciato, 14 a favore, 10 contrari, la pregiudiziale presentata da Vito D’Antona e la conseguente nomina della triade. Nominati anche tre sostituti nel caso si dovesse procedere ad eventuali sostituzioni. Estratti dall’urna i nomi di Carmelo Polara, Maurizio Guadagnino e Carmelo Nolano.

Il gruppo del PD e il consigliere Vito D’Antona non hanno partecipato né al sorteggio né alla votazione della delibera perché l’atto si baserebbe su un articolo della legge regionale che di recente è stato cassato. Per l’opposizione si sarebbe dovuto procedere applicando la nuova normativa, il che avrebbe comportato l’allungamento dei tempi nella nomina dei revisori. Il segretario generale, consultato sull’argomento, ha dato il suo parere favorevole motivandolo con il fatto che la procedura seguita dall’amministrazione è antecedente all’entrata in vigore della nuova legge regionale. I consiglieri di opposizione non sono stati convinti ed alla fine hanno deciso di uscire dall’aula.

La delibera di nomina dei revisori potrebbe a questo punto essere impugnata provocando ulteriori ritardi e soprattutto complicazioni. L’insediamento dei revisori è infatti urgente in quanto il consiglio deve approvare il conto consuntivo 2015 e il bilancio di previsione 2016. Il commissario ad acta si è già insediato a palazzo S. Domenico e prima di procedere ha atteso la nomina dei revisori. Ora per amministrazione e consiglio non ci sono più alibi e bisogna correre per evitare che i due atti siano adottati dal commissario.