Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:06 - Lettori online 1058
MODICA - 21/08/2015
Politica - Secondo "incidente" in pochi giorni dopo l’invio del commissario ad acta dalla Regione

Piano di riequilibrio finanziario poco "equilibrato" a Modica. E non solo...

D’Antona: "L’Amministrazione, ancora una volta, disconoscendo le più elementari regole di rispetto istituzionale, non informa i consiglieri comunali dell’esito dell’istruttoria della Commissione e delle richieste della Corte dei Conti" Foto Corrierediragusa.it

Il Piano di riequilibrio finanziario è poco "equilibrato". La Commissione per la stabilità finanziaria vuole al più presto, entro il mese per l´esattezza, delucidazioni e chiarimenti perchè alcuni passaggi non convincono. La commissione nella sua lettera recapitata al sindaco e al segretario generale parla di un Piano "non del tutto in linea con le disposizioni normative in vigore e con le indicazioni delle Linee guida della Corte dei Conti". Bisogna insomma correre subito ai ripari come richiesto dalla sezione di controllo della Corte dei Conti della Regione Siciliana. Per l´amministrazione è il secondo "incidente" in pochi giorni dopo il commissariamento per il conto consuntivo 2014 non ancora approvato. Quello che inoltre inquieta e non convince è che la lettera della commissione non sia stata resa nota ai consiglieri comunali. E´ stato infatti solo per un caso fortuito che il presidente del consiglio e qualche consigliere ne siano venuti a conoscenza nel corso di un incontro, avuto per ben altre tematiche, con il segretario generale dell´ente.

Eppure i consiglieri hanno istituzionalmente il diritto dovere di conoscere gli atti relativi all´andamento economico finanziario dell´ente e la questione, al di là della sua specificità è stata evidenziata da Vito D´Antona (Sel): "L’Amministrazione, ancora una volta, disconoscendo le più elementari regole di rispetto istituzionale, non informa i consiglieri comunali dell’esito dell’istruttoria della Commissione e delle richieste della Corte dei Conti, atteso che il Piano di Riequilibrio è di esclusiva competenza del Consiglio Comunale. Inoltre, il fatto di non avere ottenuto, a distanza di oltre due anni e mezzo dall’avvio della procedura di risanamento, il parere favorevole della Corte dei Conti, conferma le nostre preoccupazioni sulla difficile situazione finanziaria del nostro Comune e sulla costante sottovalutazione del Sindaco, dell’Amministrazione Comunale e della sua maggioranza consiliare. E’ assolutamente indispensabile che i consiglieri e la città vengano aggiornati sulla reale situazione del Piano, che, vogliamo ricordare, fu adottato a suo tempo per evitare il dissesto e procedere al risanamento finanziario del Comune".

Il consigliere Sel ha chiesto pertanto la convocazione urgente della commissione Bilancio alla presenza dell´amministrazione, dei revisori dei conti e dei funzionari dell´ufficio ragioneria. D´Antona chiede inoltre chiarezza assoluta al sindaco e lo sollecita a non adottare atti discrezionali e non obbligatori come delibere che impegnano risorse del´ente.

Nella foto palazzo San Domenico, sede del comune di Modica