Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:35 - Lettori online 940
MODICA - 11/07/2008
Politica - Modica - Hanno giurato gli otto assessori, tra cui Antonio Calabrese

La nuova giunta Buscema parte nel segno della trasparenza

Il sindaco: "Cominceremo un lavoro di ricostruzione" Foto Corrierediragusa.it

«Liberazione e nuova partenza per la città con il lavoro della giunta costituita a tempo di record per fronteggiare la crisi non solo finanziaria, ma generale. Una ricostruzione che sarà resa possibile grazie ai requisiti essenziali dei miei collaboratori quali esperienza, competenza e rappresentatività». Con queste poche ma esaustive parole il sindaco Antonello Buscema ha ufficialmente presentato ieri sera a palazzo San Domenico gli otto assessori che formano la sua squadra (nella foto).

In mattinata era difatti stato sciolto il nodo dell’ottavo assessore, dopo la rinuncia di Vito D’Antona. Era questo l’unico scoglio da superare, in base alle richieste poste sul tavolo da Sinistra Democratica. Scartato il nome del sindacalista Saro Viola, al quale andrà la vice presidenza della «Multiservizi», che sarà peraltro guidata da un tecnico esperto, la scelta è caduta sul commerciante Antonio Calabrese, 43 anni. A lui sono andate le deleghe al commercio ed alla pubblica istruzione. La delega alla cultura, che sarebbe dovuta spettare proprio all’assessore mancante, è stata invece trattenuta dallo stesso sindaco, che si avvarrà della consulenza esterna e gratuita del docente universitario Antonio Sichera.

A parte queste novità, per il resto è in pratica rimasto quasi tutto invariato rispetto alle premesse. Enzo Scarso, 39 anni, giornalista e già presidente del consiglio, rivestirà la carica di vice sindaco e reggerà i servizi sociali, lo sport e spettacolo, occupandosi altresì delle case popolari. Tiziana Serra, 46 anni, avvocato ed esponente di «Legambiente», è l’assessore all’ecologia e al verde pubblico.

Giorgio Cerruto, un veterano della giunta, ingegnere, 45 anni, reggerà i lavori pubblici, i servizi cimiteriali e l’autoparco. Le deleghe all’urbanistica, protezione civile, ufficio manutenzioni e centro storico sono invece state affidate all’ingegnere Elio Scifo, 58 anni, già vice sindaco, assessore e consigliere comunale. Carmelo Abate, 67 anni, perito agrario, con esperienza in giunta, consiglio comunale e provinciale, è l’assessore allo sviluppo rurale, attività agroalimentare, mercato zootecnico, viabilità rurale e mattatoio. Emanuele Muriana, 61 anni, commercialista, reggerà bilancio, finanze, tributi e contenzioso e viabilità urbana.

Giuseppe Sammito, 50 anni, dirigente d’azienda e già presidente della provincia e consigliere comunale, si occuperà di sviluppo economico, turismo e gestione del personale. Questi ultimi tre assessori lavoreranno in stretta sinergia tra loro, costituendo una sorta di task force denominata «dipartimento complessivo dello sviluppo economico».

Gli otto assessori che compongono la nuova giunta Buscema, come da determina sindacale n. 1559 del 10 luglio 2008, hanno firmato e prestato giuramento alle 19 di ieri sera. Già dalla prossima settimana si entra nella piena operatività. Dopo il dimezzamento dei settori dirigenziali, sette a fronte dei precedenti 13, con l’affidamento ad interim ai dirigenti per il momento rimasti al loro posto, si procederà ad un opera di rinnovamento tramite pubblico concorso, e non con nomina sindacale, come accaduto in precedenza.

«Tutto questo ? ha precisato il sindaco ? nell’ottica dell’assoluta trasparenza e della ricerca delle competenze che, alla luce della difficile situazione generale dell’ente, pare proprio che scarseggiassero». Sotto l’aspetto finanziario, Buscema ha annunciato che il disavanzo d’amministrazione è superiore a quello accertato dal commissario straordinario Giovanni Bologna.

Ai quasi 14 milioni di euro assodati, si aggiungono difatti i cinque derivanti dalle mancate entrate dei fitti del tribunale, per un totale di 19 milioni. Parecchi anche i debiti fuori bilancio, a giudicare anche dall’incessante via vai di creditori nella stanza del sindaco. Gli uffici preposti determineranno con esattezza le somme, che saranno rese note la prossima settimana.

Antonio Calabrese Carmelo Abate Elio Scifo
Emanuele Muriana Enzo Scarso Giorgio Cerruto
Tiziana Serra Giuseppe Sammito