Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1078
MODICA - 17/01/2015
Politica - Un nuovo progetto politico che parte dal basso

La "Rigenerazione comune" voluta da Nino Minardo

Il parlamentare dichiara: "Giovani, meno giovani, donne, associazioni, liste civiche, per tutti si vuole costruire una nuova casa che sia la forza che superi il malessere generale" Foto Corrierediragusa.it

Un nuovo progetto politico che parte dal basso, o meglio, una «Rigenerazione comune» per «riprenderci l’orgoglio della nostra terra». Da questo obiettivo nasce un nuovo progetto pensato da Nino Minardo (foto) per dare forza alle istituzioni dove partecipare significa essere protagonisti, dove i protagonisti sono tutti coloro che vogliono contribuire a dare vigore al nostro territorio che possano arrivare dove in questi anni non sono arrivate le classi dirigenti della politica sempre più sfaldate, litigiose e divise. "Un progetto - dice il parlamentare - che già sul nascere ha la maturità di andare oltre, fare tesoro degli sbagli e rigenerare la politica chiudendo la brutta e lunga stagione delle diatribe e delle incomprensioni. La terra iblea deve riprendersi l’orgoglio perduto, recuperare la sua effervescenza riconosciuta e riconoscibile, il suo modello unico e invidiato, che l’ha resa la «migliore». «Rigenerazione comune» - prosegue Minardo - è un luogo aperto a tutti: non importa se si proviene da esperienze politiche diverse o se alcuni hanno, giustamente, sviluppato negli anni, un rigetto per la politica ed i politici, giustificata da atteggiamenti incomprensibili ai cittadini da parte della classe dirigente e da una distanza sempre più netta tra la realtà ed il mondo dorato ed ovattato dei «palazzi».

Giovani, meno giovani, donne, associazioni, liste civiche, per tutti si vuole costruire una nuova casa che sia la forza che superi il malessere generale dell’assenza della politica vera, delegata ad un ristretto gruppo di persone che ha fatto emergere il senso di impotenza del cittadino comune. «Rigenerazione comune» ha il compito di cancellare definitivamente questo genere di comportamenti e determinare una rigenerazione reale della politica, privilegiando la voglia di aprirsi all´esterno, di ascoltare le istanze della gente, di non pensare che tutto si riduca ad un ruolo o ad una candidatura respingendo con forza la deriva demagogica e populistica di coloro che cavalcano l´antipolitica.

«Rigenerazione comune» - conclude Minardo - è tutto questo: un ‘movimento di pensiero’, un contenitore di idee, progetti, di azioni energiche, che intende mettere in campo nuovi valori, nuove logiche di sviluppo, che vuole iniziare il suo percorso dal basso e vuole essere la prima risposta concreta alle domande più frequenti dei cittadini".


PRIMA DOV´ERA?
18/01/2015 | 23.40.47
scarpantibus

Ma perché vuole rigenerarsi, prima che faceva?