Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 904
MODICA - 12/11/2014
Politica - Nell’ultima seduta approvate anche 2 varianti al piano regolatore generale

Il consigliere Caruso è indipendente

Il presidente del consiglio ha rispedito le accuse al mittente: "Resto al mio posto e basta" Foto Corrierediragusa.it

Ancora varianti al Piano regolatore e il consigliere Andrea Caruso (foto) diventa indipendente. La seduta del consiglio comunale si chiude tuttavia con l´attacco concentrico della maggioranza nei confronti del presidente del Consiglio, Roberto Garaffa, ritenuto "reo" di avere convocato tre sedute nonostante l´annunciata assenza del sindaco. Garaffa ha spiegato i motivi tecnici e procedurali che lo hanno costretto alla convocazione ma nei suoi confronti Piero Covato, Modica 2013, ha parlato di motivazioni politiche e di un ruolo che Garaffa non ricopre con il dovuto equilibrio. Senza mezze parole Covato ha invitato Garaffa a trarre le conseguenze di questo suo comportamento poco rispettoso delle esigenze dei gruppi e nello specifico della maggioranza e dello stesso sindaco. Roberto Garaffa ha spiegato le sue ragioni, confermato che è stato e intende continuare a essere il presidente di tutto il consiglio senza nessuna discriminazione per alcuno. La partita tra presidente e maggioranza, almeno per il momento, sembra essersi chiusa qui, ma la tensione e soprattutto la diffidenza tra sindaco e presidente resta visto che alla base c´è un motivo politico.

Garaffa è infatti espressione di quell´Udc che ha attaccato duramente il sindaco e si è sfilato dalla maggioranza ma, non ha intenso, come gli altri due consiglieri eletti nell´Udc, traslocare nelle fila della maggioranza mantenendo la sua identità politica. Ed a questo proposito è arrivata anche la defezione nella maggioranza di Andrea Caruso, eletto in Fare Modica, di cui è stato capogruppo, ma che si è dichiarato indipendente. Caruso non condivide i modi spicci del sindaco, che assume decisioni e sottoscrive documenti a nome di consiglieri che non conoscono neppure le ragioni. E´ quanto ha lamentato Caruso che ha parlato di mancato rispetto e di dirigismo eccessivo e continuo da parte del sindaco. Queste sono le ragioni della decisione di Andrea Caruso che ha inteso così prendere le distanze da un modello di comportamento che non accetta più. La nuova compagine politica della lista Fare Modica vede come nuovo capogruppo il consigliere Giovanni Cappello Rizzarello, mentre il vice è il consigliere Piero Armenia. Fanno parte della lista i consiglieri Elisa Arena, Giorgio Belluardo e Giuseppe Grassiccia.

Il consiglio ha poi approvato due varianti al Piano regolatore. Un insediamento produttivo a Cava Gucciardo e la sede della chiesa evangelica in contrada Gisirella. Ulteriori varianti al piano che rischiano di inficiare il documento urbanistico adottato dal commissario ad acta per i quali anche i pareri tecnici non sono risultati del tutto limpidi. Per l´opposizione bisogna andare molto cauti con l´insediamento di quelli che sono stati definiti autentici "scatoloni" che deturpano e compromettono l´identità del paesaggio.