Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 589
MODICA - 21/06/2008
Politica - Modica - Ufficializzata l’alleanza per garantire stabilità politica

Il patto amministrativo conta:
Mpa e Pd corrono insieme

Giovanni Scucces grida all’inciucio, ma anche nella sua coalizione non mancano di certo gli elementi scandalosi Foto Corrierediragusa.it

Le coalizioni sono pronte. Giovanni Scucces, Pdl ed Udc, ed Antonello Buscema, Pd e Mpa hanno presentato la loro squadra assessoriale e confermato gli apparentamenti.

Mpa alla fine ha scelto di andare con il Pd per quello che viene definito un patto amministrativo per il buon governo della città , come ha detto Enzo Scarso in sede di presentazione dell’apparentamento tra Pd ed Mpa.

Anche Riccardo Minardo preferisce parlare di patto che dovrà servire a risolvere i più impellenti problemi della città, situazione finanzia, pagamento degli stipendi e viabilità; nessun accordo politico dunque perché sia Pd ed Mpa restano al loro posto e ci tengono a mantenere la loro identità.

Per Antonello Buscema è un accordo trasparente, una scelta coraggiosa , richiesta dalla città che con il suo voto ha detto di voler premiare la discontinuità. Pd ed Mpa cominciano dunque la loro avventura ma è tutto da verificare se le premesse del buon governo potranno convivere con quelle della politica se Buscema diventerà sindaco.

Giovanni Scucces parla invece di vero e proprio inciucio « La scelta di Mpa è innaturale ?dice il candidato del centro destra ? E’ una operazione dettata da mera sete di potere. Faccio appello agli elettori affinchè sconfessino questa manovra».

Scucces però rischia quantomeno di risultare incoerente proprio quando tenta di parlare della presunta incoerenza altrui. Perchè se è vero che l´accordo amministrativo tra Mpa e Pd rappresenta un sorta di anomala novità a livello locale rispetto al resto dell´Isola dove il partito di Lombardo è alleato del Pdl, è altrettanto vero che lo stesso criterio è da adottare per l´Udc.

Il leader ibleo del partito di Casini Giuseppe Drago si è difatti alleato, sempre a livello locale, con quel Pdl il cui esponente Gianfranco Miccichè, ora fraterno amicone, fino a poche settimane fa lanciava strali contro l´ex sindaco Piero Torchi dell´Udc. Senza dimenticare che proprio questo partito a livello nazionale è all´opposizione. Per cui quando Scucces parla di presunta incoerenza, dovrebbe stare bene attento a far valere il concetto in modo obiettivo, non come meglio gli fa comodo.

Con Nino Gerratana Pdl ed Udc contano ora su sedici consiglieri e potranno arrivare a 19 con il premio di maggioranza. Per Pd ed Mpa il premio di maggioranza scatterà anche per Buscema perché una recente sentenza del Cga , come nel caso del comune di Lentini, assegna il premio, consistente in tre consiglieri, alla coalizione il cui sindaco ha superato la soglia del 50 per cento come nel caso di Buscema formalizzazione della presentazione delle squadre assessoriali dei due candidati ha fatto registrare poche novità.

Nel Pdl-Udc oltre ai confermati Enzo Cavallo, che sarà vicesindaco, Ignazio Galfo, Riccardo Radenza e Gino Veneziano, si aggiungono per l’Udc l’imprenditore di Frigintini, Giorgio Falco, ed il veterinario Enzo Muriana.

In quota Pdl Scucces sceglie Luigi Carpenzano ed Enzo Di Raimondo. Antonello Buscema punta sui cinque assessori già scelti, Tiziana Serra, unica donna tra i sedici assessori dei due schieramenti, Vito D’Antona , Elio Scifo,Giuseppe Sammito e Carmelo Abbate. Per Mpa entrano Enzo Scarso, vice sindaco,Giorgio Cerruto ed il commercialista Emanuele Muriana.

E’ molto verosimile tuttavia che entrambe le squadre assessoriali verranno modificate ad elezioni avvenute; soprattutto nel Pd-Mpa Riccardo Minardo punta su quattro assessori.

Da ieri sera è partita la seconda parte della campagna elettorale che si chiuderà venerdì con il tradizionale appuntamento in piazza Matteotti per i comizi finali. Si vota domenica e lunedì fino alle 15; poi il via allo scrutinio e nella stessa serata la città conoscerà il nome del successore di Piero Torchi.

(Nella foto in alto da sx Antonello Buscema e Enzo Scarso)