Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 282
MODICA - 19/06/2008
Politica - Modica - Prove tecniche di alleanza in vista del ballottaggio

Il Pd avvia i contatti con Mpa: si punta ad un patto per la città

L’assemblea Pd e delle forze che sostengono Antonello Buscema ha conferito mandato al segretario Giancarlo Poidomani Foto Corrierediragusa.it

L’assemblea Pd e delle forze che sostengono Antonello Buscema (nella foto),ha dato mandato al segretario Giancarlo Poidomani di avviare i contatti con Mpa. Obiettivo trovare un accordo politico programmatico per l’apparentamento delle due forze al ballottaggio. Due ore di assemblea cui ha partecipato Antonello Buscema che ha fatto una disamina del voto.

« La città ha già dato la sua indicazione « - ha detto Buscema- Troviamo il modo per mettere insieme le forze che ci consentano di governare la città». L’assemblea è stata unanime nell’individuare in Mpa l’alleato che possa consentire a Buscema di governare; pochi gli interventi critici che hanno messo in guardia sul pericolo di dar vita ad una alleanza che a Palermo governa con Raffaele Lombardo. Giancarlo Poidomani andrà avanti incontrando la delegazione Mpa ma l’impressione è che Pd ed autonomisti andranno insieme al ballottaggio; si tratta ormai di definire solo i dettagli.

Intanto Riccardo Minardo lancia un appello « Considerando la drammatica situazione finanziaria del comune oggi non servono alleanze dettate dalla politica ma un patto per la città. Faccio appello a tutti gli uomini di buona volontà che vogliono stare insieme per fare uscire la città da questa contingenza. Non sono per le formule ma per la risoluzione dei problemi. Ognuno avanzi le sue idee e parliamone».

Minardo ha convocato per domani sera l’assemblea degli iscritti Mpa cui saranno anche presenti i sette consiglieri comunali che Mpa può vantare a palazzo S. Domenico e che sono in grado di far pendere l’equilibrio da una parte o dall’altra. « Sceglierà la base « si limita a dire Riccardo Minardo ? che ha il problema tutto politico di giustificare una alleanza anomala in una città che oggi è all’attenzione della cronaca per le scelte che farà. Minardo tuttavia ha la copertura di Raffaele Lombardo che ha dato il via libera a Minardo, invitandolo a fare la scelta che ritiene più opportuna per la città senza legami di alleanze o rispetto di vincoli di sorta.

Mpa è diventato così l’ago della bilancia e vuole determinare le scelte. « Abbiamo candidato Enzo Scarso ed abbiamo raggiunto il nostro obiettivo ? dice un neo eletto consigliere ? Ora sono gli altri che devono fare i conti con noi». Le voci da dentro danno comunque la stragrande maggioranza di Mpa a favore di una apertura di dialogo con il Pd; « Come faremmo a spiegare agli elettori una alleanza con il Pdl dopo tutto quello che è successo in campagna elettorale ? chiede uno dei più stretti collaboratori di Riccardo Minardo. Tra i consiglieri la maggioranza è per una alleanza con il Pd anche se nessuno ha finora espresso la sua opinione in modo ufficiale.

Enzo Scarso ha preso da tempo le distanze dal Pdl e soprattutto da Peppe Drago e Piero Torchi con i quali ha avuto anche contrasti personali. Carmelo Scarso, Gaetano Cabibbo, Carmelo Scarso e Paolo Garofalo sono sulle stesse posizioni di Enzo Scarso. Da verificare invece l’atteggiamento di Nino Gerratana che sarebbe più disponibile per un’apertura al Pdl mentre i neo eletti Diego Mandolfo e Michele colombo seguiranno le indicazioni di Riccardo Minardo.