Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 784
MODICA - 18/09/2014
Politica - L’ex sindaco si rivolge al suo successore

Antonello si rifà vivo per "strigliare", stavolta da solo!

"Non si faccia confusione, tentando di esprimere e soprattutto di indurre giudizi approssimativi sull’operato degli altri" Foto Corrierediragusa.it

Il progetto di riqualificazione del quartiere Vignazza è stato pensato e voluto grazie all´amministrazione Buscema. L´ex sindaco Antonello Buscema (foto) ne rivendica la paternità ed intende fare chiarezza. E´ la seconda volta in pochi giorni che Buscema si sente in dovere di intervenire sull´operato dell´attuale primo cittadino (nella prima occasione aveva firmato una lettera aperta con gli ex sindaci Carmelo Ruta e Piero Torchi sul ponte Guerrieri) per ricordare che il «Progetto di recupero dell’area dell’ex Foro Boario, da destinare alla realizzazione di un’area verde attrezzata protetta per i giochi dei bambini all’aperto», che nei giorni scorsi è stato finalmente mandato in gara, è stato pensato e voluto dalla precedente Amministrazione, che ne ha seguito l’iter progettuale e l’ha presentato per i finanziamenti sugli assi Pisu-Pist, ottenendo per questo 850 mila euro già nel 2012 (insieme ai 320 mila euro per il centro anziani di Frigintini, ai 320 mila euro per l’asilo nido di via Muzio Scevola, ai 509 mila euro per il centro polivalente di via Sulsenti, anche queste opere su cui molti sembrano avere la memoria corta).

Il progetto non era certamente alternativo, bensì assolutamente complementare a quello di riqualificazione di via Fiumara e del quartiere Vignazza, ed entrambi sono stati nel tempo pensati e proposti per accedere ai possibili canali di finanziamento allo scopo di accrescere la qualità della vita dei numerosi residenti di questa parte nel centro storico"
Antonello Buscema ricorda ancora che il "programma via Fontana" che rientrava nel Piano nazionale dell´edilizia abitativa prevedeva un investimento di 6,8 milioni di euro di cui 2,4 milioni per opere di urbanizzazione e la messa in sicurezza dell´alveo. L´attuale amministrazione tuttavia ha ritenuto andare in tutt´altra direzione e ripensare il progetto "Più che legittimo -dice Antonello Buscema - che non si faccia però confusione, tentando di esprimere e soprattutto di indurre giudizi approssimativi sull’operato degli altri".