Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1009
MODICA - 03/06/2008
Politica - Modica - Il leader ibleo Udc risponde al Presidente della Regione

Giuseppe Drago su Lombardo:
"Attacco aberrante all´Udc"

Riccardo Minardo non ci sta e controbatte alle esternazioni
di Drago punto per punto: "Hanno perso muli e cercano capestri»
Foto Corrierediragusa.it

Le dichiarazioni al vetriolo di Raffaele Lombardo non hanno lasciato indifferente Giuseppe Drago (nella foto) che, da indiscusso leader ibleo dell´Udc, ha ritenuto opportuno rispondere a stretto giro di posta a quello che lo stesso Drago bolla come un "attacco pubblico all´Udc".

«Le esternazioni contro la classe dirigente locale dell’Udc da parte dell´on Lombardo - dichiara Drago - che mi pare continui ad essere il governatore della Sicilia sostenuto sia dal mio partito che dal Popolo della Libertà, è ciò che di più aberrante ci possa essere in una sana democrazia».

"Per giustificare l’isolamento dell’Mpa, non solo a Modica ma anche a Scicli, Comiso ed Acate, rispetto all’accordo Pdl-Udc nelle prossime elezioni amministrative - prosegue Drago - Lombardo usa livore ed astio, basati solo su fatti personali, lontani da ogni giudizio politico. Mi chiedo: forse l’on Lombardo e quelli dell’MpA di Modica pensano ad un ghetto in città dove mettere noi dell’Udc e, magari, tutti quelli che non sono d’accordo con loro"?

"Ci assumiamo - prosegue Giuseppe Drago - le responsabilità del governo della città in questi anni, ivi compresi eventuali errori a cui presto potremo porre rimedio, ma se Lombardo avesse fatto a Catania quanto di buono noi, con quanti hanno condiviso lealmente le scelte di governo della città, abbiamo fatto a Modica, avrebbe di che esserne contento.

Modica è oggi una città la cui importanza ha varcato i confini della Sicilia, che si è imposta per la qualità della sua economia, della sua gente e per la sua effervescenza; Modica ha un Pil paragonabile solo a quello delle aree più sviluppate del nostro Paese".

Tanto abbiamo apprezzato di recente lo slancio con cui Lombardo ha difeso l’amico Cuffaro, quanto adesso prendiamo le distanze dalla sua voglia di generare faide che nulla hanno a che vedere con la tradizione cristiana, di cultura, di tolleranza ed accoglienza della gente di Modica e del nostro partito. Mai si era scesi così in basso nel dibattito politico. Stupore e tristezza - conclude Drago - sono gli unici sentimenti che ho in questo momento di fronte al rancore che c’è nelle parole di Lombardo nei confronti del sottoscritto, del mio partito e della mia città, verso tutti quei Modicani che hanno votato, votano e continueranno a votare Udc».


RICCARDO MINARDO RISPONDE PUNTO PER PUNTO A DRAGO

Pubblichiamo integralmente il comunicato del deputato regionale Riccardo Minardo in ordine a quanto sopra esposto dal leader ibleo dell´Udc Giuseppe Drago. Minardo, rispondere in modo esaustivo a Drago, ha ritenuto opportuno esprimersi per concetti, sottolineando ironicamente "che Giuseppe Drago ha prima perso i muli e adesso cerca i capestri":

Concetto numero 1
L’Mpa non ha subito alcun isolamento. Ha soltanto preso consapevolmente e razionalmente, le distanze da un certo modo di amministrare la cosa pubblica che ha gettato oggi una ombra lunga su tutta la città. Lo ha deciso senza temere alcuno ma nella precisa consapevolezza che tale scelta politica avrebbe significato per i modicani avere una alternativa rispetto scelte già effettuate a tavolino e che nulla hanno a che fare con la democrazia e con la politica libera e onesta. A tal proposito mi chiedo e domando all´Udc, in nome e per conto dei cittadini modicani, a chi oggi continua a fare pubbliche ammissioni di colpe, verso quale direzione sono andati i quindici milioni di euro, che il Comune ha pagato in più in questi anni alla Multiservizi per effettuare in città servizi ed interventi di gran lunga inferiori a quelli che il Comune svolgeva in economia e senza garantire lo stipendio ai lavoratori.

Concetto numero 2
E’ grave ascoltare da politici locali accuse rivolte al presidente della Regione per non aver amministrato la Provincia di Catania così come ha fatto l’Udc a Modica in questi anni. Si dimentica colpevolmente, infatti, che della Provincia Regionale di Catania si è parlato sempre bene tanto che da un sondaggio del sole 24 ore l’On Lombardo è risultato essere il Presidente della Provincia più gradito d’Italia mentre Modica in questi ultimi tempi è stata associata a Napoli per la questione dei rifiuti e per le indagini che la magistratura ha avviato sulla gestione della cosa pubblica.

Concetto numero 3
Parlare di voto utile ingenera un sospetto a tutti i modicani i quali hanno già le idee fin troppo chiare su ciò che significa voto utile all’Mpa e voto nocivo agli altri. Fortunatamente il nostro elettorato ha già visto e sentito troppe cose soprattutto da parte di chi oggi parla di valori e di onestà.

Concetto numero 4
E’ nostra precisa volontà non inseguire più reazioni e commenti di alcun tipo e soprattutto alimentare polemiche di natura personale ma di lavorare per far conoscere ai nostri concittadini il nostro programma, le nostre idee, i nostri progetti ed il nostro modo di far politica che è fortunatamente diverso dagli altri.

L´on Riccardo Minardo