Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 663
MODICA - 02/06/2008
Politica - Modica - A palazzo San Domenico

Il centro sx incontra i sindacati per il risanamento dell´ente

Il candidato a sindaco Antonello Buscema ha esposto le proposte Foto Corrierediragusa.it

Confronto sul bilancio tra il candidato a sindaco del centrosinistra Antonello Buscema (nella foto) e i rappresentanti sindacali aziendali di Cgil, Cisl e Uil sulla questione finanziaria.

Buscema ha esposto, insieme ad un’ampia delegazione del centrosinistra modicano, la sua proposta per realizzare finalmente il risanamento dell’Ente, che sarà indiscutibilmente il primo dei punti programmatici da realizzare per la città.

Su questo il programma sarà indubbiamente discusso e concordato al tavolo con i sindacati, ma il centrosinistra ha già idee chiare e proposte concrete.

E’ indubbio che la valanga di debiti che oggi grava sul Comune di Modica non può certamente essere ridotta con una ordinaria politica di contenimento della spesa. Andranno dunque individuate soluzioni straordinarie, a cominciare da una operazione che ci aiuti a diluire il debito negli anni in modo da pagare subito i fornitori che oggi vantano da mesi e in alcuni casi da anni crediti nei confronti dell’Ente, a garantire la massima puntualità possibile nel pagamento delle spettanze ai dipendenti, e soprattutto ad sciogliere questo clima insopportabile di tensione sociale che troppe ripercussioni negative ha su tutta la città.

Sul bilancio ordinario bisognerà certamente condurre una politica di rigoroso controllo, prestando la massima attenzione alla corrispondenza tra le entrate e le uscite, eliminando innanzitutto tutti quei fittizi capitoli in entrata che sono stati introdotti nei bilanci di questi anni e che non sono mai realmente entrati nelle casse comunali, contribuendo ad ingigantire di anno in anno i debiti dell’Ente.

Per dare un segnale concreto della buona volontà di queste forze politiche nella direzione del risanamento abbiamo già preso l’impegno di realizzare, come primo punto, l’abbattimento del 25% dell’indennità del Sindaco e degli Assessori.

A partire da questo bisognerà poi dimezzare il numero di dirigenti, che costituiscono per l’Ente un costo eccessivo e sproporzionato rispetto ai servizi. E’ nostra intenzione provvedere alla unificazione di tutte le società miste e alla rimodulazione di tutti i contratti sia con la Multiservizi che con l’Università per poter realizzare un abbassamento dei costi. Sarà infine possibile vendere o affittare immobili attualmente non utilizzati da parte del Comune come il Palazzo delle Poste, per poterne trarre un profitto che possa costituire una boccata d’ossigeno per le casse comunali.

Sono queste alcune delle proposte che il centrosinistra ha intenzione di portare al tavolo con i sindacati, nella massima disponibilità alla collaborazione e al recepimento di qualunque altro strumento possa risultare utile alla realizzazione dell’obiettivo che oggi ci accomuna e ci trova tutti d’accordo nella direzione di un serio risanamento finanziario del Comune di Modica.