Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 902
MODICA - 27/03/2014
Politica - I fondi trasferiti dallo Stato per il pagamento dei debiti sevono essere utilizzati

Diffida revisori dei conti a Modica

E’ un balletto di cifre ed un intenso carteggio quello che intercorre tra il Collegio dei Revisori dei conti di palazzo S. Domenico e l’amministrazione comunale Foto Corrierediragusa.it

E´ un balletto di cifre ed un intenso carteggio quello che intercorre tra il Collegio dei Revisori dei conti di palazzo S. Domenico (foto) e l´amministrazione comunale. Dai Revisori è arrivata l´ennesima diffida all´amministrazione ed al dirigente finanziario perchè i fondi trasferiti dallo Stato per il pagamento dei debiti siano subito utilizzati. Si tratta di quasi nove milioni di euro, 8.752mila, che l´amministrazione per tutta una serie di complicati passaggi ha prima trasferito a vario titolo dal conto vincolato a quello destinato alle spese di ordinaria amministrazione per fronteggiare alcune emergenze come il pagamento degli stipendi ma che devono essere subito reintegrati. Il collegio dei Revisori "raccomanda"infatti che si dia corso al più presto al pagamento fino alla concorrenza dei 40 milioni che lo Stato ha trasferito a palazzo S. Domenico grazie al cosiddetto decreto salvadebiti. La risposta alla nota del Collegio dei revisori è subito arrivata da parte del dirigente finanziario che ha comunicato che la somma residua da trasferire al conto vincolato per i pagamenti dei creditori dell´ente assomma "solo" a 574milaeuro perchè tutto il resto è stato regolarizzato.

Bisognerà ora vedere sei Revisori accetteranno la versione del dirigente o non chiederanno ulteriori chiarimenti o arriveranno anche ad ulteriore diffida. La questione pagamenti è diventata anche una questione politica perchè dall´opposizione si chiedono chiarimenti al sindaco sullo stato dei pagamenti e soprattutto è stato richiesto l´elenco delle imprese e dei creditori in genere che sin qui sono stati pagati. Il presidente del Consiglio, Roberto Garaffa, ha convocato una seduta per martedì prossimo per discutere la questione pagamenti ma ha accantonato la richiesta di Vito D´Antona di nominare una commissione d´inchiesta comunale perchè ritiene che la relazione approfondita del collegio dei revisori e la risposta del dirigente del settore finanziario dell´ente abbia fin qui fatto chiarezza.