Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1368
MODICA - 20/05/2008
Politica - Modica - Si scaldano i motori: spiccano gli esordi e i grandi ritorni

Modica: 3 candidati a sindaco
15 liste con almeno 435 nomi

Pdl e Udc fanno la parte del leone con 7 liste per Scucces.
Nel centro sinistra 4 liste per Antonello: ritorna Carmelo Ruta
Foto Corrierediragusa.it

Schieramenti pronti. Oggi a mezzogiorno scade il termine per la presentazione delle liste ma fino all’ultimo i partiti sono stati impegnati a limare, spostare, aggiungere nomi.

Saranno in tutto quindici le liste in lizza per un totale di non meno di 435 candidati visto che non tutti sono riusciti a raggiungere il numero di trenta nomi.

Nel centro destra Pdl e Udc fanno la parte del leone con sette liste a supporto di Giovanni Scucces. Si tratta di Scucces sindaco, Idea di centro, Pdl, Azzurri per Modica; alle quattro già annunziate si è aggiunta «Modica in primo piano» voluta in prima persona da Innocenzo Leontini per assicurarsi una presenza in consiglio comunale.

Nella lista Pdl spiccano due nomi quello di Michele D’Urso , avvocato, figlio dell’ex sindaco Franco D’Urso e legale del comune, cui si è aggiunto il nome di Roberto Modica, oculista, uomo nuovo per la politica, per la prima volta schieratosi in un partito.

Le due liste dell’Udc sono apparentate con il Pdl e Giovanni Scucces sindaco e raggruppano le varie anime del partito con tutti gli uscenti in lizza; spicca l’assenza di Piero Torchi che non sarà a palazzo S. Domenico dopo tre le legislature.

Mpa corre a sostegno di Enzo Scarso con quattro liste per un totale di 120 candidati; liste piene e Riccardo Minardo ha dovuto dire di no ad altri candidati. Oltre alla lista Mpa con gli uscenti ci sono Modica Forte e libera, Modica Autonomista , Enzo Scarso sindaco.

In Mpa spiccano due professionisti; l’angiologa Giovanna Minardo, esordiente in politica e l’ingegnere Giovanni Baglieri, con un passato nella Dc ma da anni fuori dal circuito politico.

Nel centro sinistra quattro liste per Antonello Buscema che confermerà stamani i quattro assessori designati. Buscema si circonda di esperienza amministrativa con Uccio Barone, direttore del corso di laurea in scienze dell’amministrazione, ex candidato alla presidenza della provincia ed ex assessore; altri ritorni sono quelli di Carmelo Ruta, ex sindaco e di Vito D’Antona, già consigliere comunale della sinistra democratica.

La novità nel centro sinistra è rappresentata da Giovanni Giurdanella, avvocato e già candidato alle regionali. Buscema sindaco , Nuova Prospettiva, Pd e centro sinistra sosterranno la candidatura Buscema. Alla luce di questo parterre Mpa e centro sinistra cercheranno di contendere a Pdl il ruolo di sfidante al ballottaggio.

Il Pdl, anche in forza del numero delle liste, ma anche sulla base dei recenti dati elettorali, è dato per sicuro al ballottaggio anche se in seno allo schieramento di Nino Minardo e Peppe Drago viene cullata l’idea di arrivare oltre la soglia del 50 per cento per evitare il ballottaggio.

La sfida è tutta nel centro destra ed Mpa grazie alla candidatura di Enzo Scarso è convinto di arrivare al ballottaggio ma soprattutto di far leva sul voto di opinione. Un sondaggio interno darebbe Enzo Scarso oltre l’undici per cento dei consensi scaturiti dalle liste.

Il centro sinistra ha gli argomenti per prevalere non essendo strettamente legato alla difficile situazione finanziaria che l’ente vive ma soffre una condizione di visibilità e di innovazione nelle sue liste anche perché il ricambio è stato difficile in questi anni, i distacchi, come quello di Antonio Borrometi e del suo gruppo pesano, e l’opposizione non è stata incisiva come le buone ragioni del centro sinistra rispetto ad alcuni passaggi amministrativi, vedi bilanci, avrebbero giustificato.

(Nella foto in alto da sx Vito D´Antona, Antonello Buscema, Giancarlo Poidomani e Nino Cerruto)