Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 930
MODICA - 08/03/2014
Politica - Dopo la richiesta di chiarimenti da parte dei Revisori su due milioni che mancano

Il sindaco: "Modica ha conti a posto, nessun ammanco"

"Si tratta solo di "una discrasia" contabile, un’ anomalia tecnica sulla quale stiamo facendo gli opportuni accertamenti".La nota dell’ex assessore al Bilancio della Giunta Buscema, Peppe Sammito Foto Corrierediragusa.it

Niente paura. Nessuna somma vincolata è stata utilizzata per fini che siano diversi dal pagamento dei debiti. Ignazio Abbate rassicura ma dovrà approfondire il dove sono andati a finire i due milioni che comunque mancano all´appello. Per l´assessore al Bilancio, Enzo Giannone si tratta solo di "una discrasia contabile, un’ anomalia tecnica sulla quale stiamo facendo gli opportuni accertamenti" . La spiegazione che il sindaco Ignazio Abbate ha dato in sede di conferenza stampa è che "la prima tranche dei venti milioni di euro, sui quaranta complessivi concessi all’amministrazione grazie al Dl 35 sono stati introitati il 3 giugno dello scorso anno, quando l´amministrazione non era in carica, in un conto corrente ordinario e non vincolato così come doveva essere fatto immediatamente. Nel passaggio delle somme, che intanto avevano subito delle decurtazioni essendo in un conto ordinario, dal conto ordinario a quello vincolato si è verificata una discrasia contabile che nei fatti non ha reso chiaro il quadro contabile. Quindi a causa di un’ anomalia tecnica sono mancati all’appello i due milioni di euro sul cui utilizzo stiamo facendo gli opportuni accertamenti.
L´ amministrazione ha poi depositato la seconda trance di venti milioni di euro sul conto vincolato e solo dopo abbiamo effettuato i pagamenti così come prevede la legge». Il sindaco è dunque rassicurante: ""«Nessun ammanco e nessuna perdita di somme, conferma il Sindaco. Si tratta solo di una irregolarità contabile concretizzata prima del nostro arrivo e che noi abbiamo l’obbligo di comunicare alla Corte dei Conti".

Da parte sua Peppe Sammito, già assessore al Bilancio nell´amministrazione Buscema, dice la sua: "Apprendiamo dalla conferenza stampa del sindaco che i 40 milioni di euro che finalmente danno respiro alle finanze pubbliche sono arrivati al Comune di Modica ancora prima dell´insediamento della nuova amministrazione. Siamo lieti di avere fatto qualcosa di buono per la nostra città. Lo siamo altrettanto per il fatto che sia stato chiarito che quest´anticipazione di liquidità, da noi richiesta e ottenuta in forza di legge, sia stata finora impiegata esclusivamente per lo scopo a cui era destinata.

Ci preme ricordare che altrimenti non avrebbe potuto essere, almeno finché siamo stati noi all´amministrazione, e non solo per il sin troppo ovvio obbligo di mantenerci nel pieno rispetto della legge: piuttosto perché in quegli anni abbiamo gestito la cosa di tutti nell´unico modo possibile, ovvero con la responsabilità finanziaria e lo sforzo immane per farla pesare il meno possibile sui contribuenti, sui fornitori e sul personale del Comune"