Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1544
MODICA - 13/02/2014
Politica - Polino, il più eletto nella lista Modica 2013, accusa di verticismo il primo cittadino

Ultimatum al sindaco di Modica da Polino

"Abbate usa i consiglieri solo per dire si o no in consiglio comunale. Io dico basta a questo andazzo, quindi mi dichiarerò indipendente, pronto a votare in consiglio solo gli atti davvero utili per la città" Foto Corrierediragusa.it

Ignazio Abbate deve fare i conti con i primi scricchiolii della sua maggioranza. Saranno in quattro a lasciare la maggioranza e il primo segnale lo ha lanciato il vicepresidente del Consiglio, Michele Polino (nella foto). Polino, eletto con quasi 400 voti nella lista Modica 2013, si è già tirato da parte ed annuncia. "Insieme a me dalla prossima settimana saremo in tutto quattro ad uscire dalla maggioranza. Lo ufficializzeremo con una dichiarazione in consiglio comunale. Le cose sono maturate in questi mesi, giorno dopo giorno, e siamo ormai arrivati al punto di non ritorno".

Le divergenze con il sindaco sono diventate insanabili e Michele Polino ha rotto gli argini: "E´ un sindaco che guarda più ad apparire, evanescente, che non ha fatto seguire i fatti agli annunci della campagna elettorale. Inoltre è sempre sfuggito al confronto e non ha mai cercato il dialogo con chi, come me, aveva degli appunti o delle critiche da fare sul modo di governare la città. Abbate predilige il "pensiero unico" e tutto questo non va. Io vado avanti per la mia strada nonostante qualcuno si sia già mosso per sanare la situazione". Il malessere nella maggioranza viene così a galla in modo clamoroso e scalfisce la compattezza, almeno apparente, che aveva caratterizzato i primi otto mesi dell´amministrazione Abbate.

L´accusa per il sindaco è pesante: "Abbate usa i consiglieri solo per dire si o no in consiglio comunale. Io dico basta a questo andazzo, quindi mi dichiarerò indipendente, pronto a votare in consiglio solo gli atti davvero utili per la città. Ed insieme a me c´è un malessere che gonfia per un certo modo di fare. C´erano ben altre attese per questa nuova amministrazione ma mi sembra ora di capire che molti di noi sono stati utilizzati per metterli a tacere,per dare un contentino. Leggo così anche la mia elezione a vice presidente del consiglio".

Nel corso del consiglio comunale non si è avuto sentore, almeno in modo ufficiale, della sortita di Michele Polino ed il vicepresidente è stato regolarmente al suo posto. Ha avuto qualche contatto con alcuni consiglieri della maggioranza ma quando il sindaco si è diretto verso il suo banco non c´è stato nemmeno l´accenno di un saluto. Il sindaco ha fatto trapelare la sua serenità rispetto al malcontento che Michele Polino ha reso pubblico ed al quale bisognerà pur dare una risposta in termini politici.