Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:28 - Lettori online 1324
MODICA - 09/11/2013
Politica - Il sindaco lamenta la mancanza di progetti e difende le sue scelte. Maggioranza compatta

Viabilità e scuole nel Piano triennale approvato a Modica

Si farà la rotatoria di Dente- Crocicchia per la quale è disponibile già il finanziamento e la Passo Parrino-Pozzo Casserro, progetto ereditato dalla provincia e che l’amministrazione vuole portare a compimento

Quasi sei ore di seduta ma alla fine la maggioranza ha approvato, diciotto favorevoli e sette contrari il Piano triennale delle Opere Pubbliche. E´ comunque un piano che l´amministrazione pensa già di rimodulare a partire dal prossimo anno per introdurre regole e modalità che possano garantire certezze di realizzazione delle opere in elenco. Il Piano presentato dall´amministrazione Abbate dunque è circoscritto ad alcuni interventi certi, progetti cantierabili e non rinviabili, pena la perdita dei finanziamenti già acquisiti. Dice il sindaco: "Sono progetti seri, trasparenti e reali nel territorio. Abbiamo, rispetto al passato, cancellato il libro dei sogni. Abbiamo inserito nelle priorità i progetti cantierabili che presto andranno in appalto. Abbiamo voluto un piano sostenibile".

In consiglio comunale il sindaco ha puntato il dito accusatore sulla mancanza di progetti disponibili ma solo di ipotesi progettuali ed è per questo motivo che dal prossimo anno l´amministrazione punta a dotarsi di una serie di progetti individuando per ciascuno di essi delle fonti di finanziamento al di fuori del bilancio dell´ente. La filosofia e le scelte del Piano triennale, e soprattutto la selezione delle opere, è stata illustrato dall´assessore ai Lavori Pubblici, Giorgio Linguanti. A grandi linee si tratta di tre aree di intervento dettate dalla necessità di rendere sicure le scuole ed i centri di aggregazione sociale e opere al servizio della viabilità finanziate. Ecco perchè in cima alle priorità ci sono la messa in sicurezza di alcune scuole come l´istituto S. Marta, dove sarà anche realizzato il sistema anti incendio, il completamento della De Amicis a Modica Alta e della elementare Poidomani alla Rocciola. Anche l´asilo nido di via Muzio Scevola sarà ristrutturato ed adeguato grazie ad uno specifico finanziamento. Quasi 400 mila euro saranno spesi invece per la messa in sicurezza del centro anziani di Frigintini dove solo 80 mila euro saranno a carico del bilancio comunale.

La viabilità è stato il punto più controverso e sul quale le opposizioni hanno espresso critiche. Si farà la rotatoria di Dente- Crocicchia per la quale è disponibile già il finanziamento e la Passo Parrino-Pozzo Casserro, progetto ereditato dalla provincia e che l´amministrazione vuole portare a compimento. Ivana Castello, Carmelo Cerruto e Tato Cavallino ((Pd) hanno contestato metodo e scelte soprattutto per non avere pensato alla realizzazione di alcune strade come la bretella di via Scevola con la piscina comunale o le rotatorie della Caitina; Giovanni Scucces ha poi contestato il metodo con il quale vengono individuati i canali di finanziamento a corredo delle opere prescelte dall´amministrazione. Sulle proposte di attivazione di alcuni pozzi trivellati per soddisfare la richiesta di acqua l´amministrazione ha glissato e rinviato a migliore occasione.