Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 838
MODICA - 30/04/2008
Politica - Modica - In vista delle Amministrative si serrano le fila

Patto di ferro Mpa - Udc
Pd sceglie il candidato sindaco

Nomi papabili Poidomani e Giurdanella. Ci saranno almeno 3 liste Foto Corrierediragusa.it

«Asse privilegiato con l’Udc» - Riccardo Minardo chiarisce la strategia Mpa per le prossime amministrative. Il movimento di Lombardo non si vuole fare schiacciare dal Pdl e rilancia una alleanza a due per resistere alla avanzata dl Pdl. « Una cosa è certa ? dice Riccardo Minardo ? Mpa avrà un suo candidato nelle varie realtà provinciali dove si vota. Sarà così a Modica, Scicli e Comiso. Il Pdl non può pensare di avere tutto per sé perché non ci possono essere candidature a senso unico; se il Pdl vuole dialogare siamo disponibili , in caso contrario cercheremo l’accordo con l’Udc e proporremo i nomi più spendibili dei due partiti». La linea Mpa sarà sancita oggi nell’incontro che i dirigenti del movimento di Lombardo avranno a Ragusa con il commissario Enzo Oliva. « Su Modica, Scicli e Comiso non abbiamo fatto ancora i nomi ma ci riserviamo al più presto di farli ? puntualizza Minardo ? dopo avere concordato la linea anche con l’Udc».

Anche il segretario cittadino dell’Udc, Gino Veneziano, non ha gradito il passo in avanti del Pdl che ha lanciato il nome di Giovanni Scucces. « Non contestiamo tanto il nome ? dice Veneziano ? quanto il metodo adottato. Se dobbiamo essere alleati bisogna avere un minimo di concertazione, non si può essere unilaterali e poi cercare l’accordo».

Chi si tira fuori dal dibattito tutto interno al centro destra è Antonello Buscema che definisce l’operazione messa in essere da Nino Minardo come « Politicamente scorretta e poco elegante». Antonello Buscema chiarisce a nome del Pd « Da anni abbiamo denunciato la grave situazione delle finanze a palazzo S. Domenico e nessuno nel centro destra ci ha dato ascolto; i problemi sono sotto gli occhi di tutti: disordine urbanistico, politica clientelare, caduta della tensione morale, dissesto finanziario.

Ora Nino Minardo ci dice che bisogna restituire dignità al comune chiamandosi fuori da ogni responsabilità e si vorrebbe accreditare come « salvatore della patria». Questa è una verità di comodo che nasce dall’invadenza e dalla prepotenza di un partito che a Modica , a Roma come a Modica, lascia trasparire una anomala concentrazione e commistione di potere economico e politico dalla forte connotazione personale e familiare». Buscema non annuncia nomi e candidature di sorta ma rivendica un ruolo di primo piano per il Pd sul piano del risanamento e del rilancio dell’azione amministrativa.

Il direttivo Pd che si riunirà in settimana uscirà con il nome del sindaco e con tutto lo schieramento a sostegno del candidato. Di certo ci saranno tre liste Pd con un ruolo di primo piano per Giancarlo Poidomani per il gruppo consiliare e Giovanni Giurdanella quale candidato dello schieramento del centro sinistra alla luce della buona performance alle recenti regionali.