Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 842
MODICA - 19/09/2013
Politica - L’amministrazione punta solo su sette opere già cantierabili

Progetti per 7 milioni nel piano del sindaco Abbate

Ampliamento della zona artigianale di Michelica, edilizia scolastica e ortatoria Dente Crocicchia sono le priorità

Settemilioni di euro di opere pubbliche subito cantierabili. L´amministrazione Abbate è pronta ad affidare i lavori di sei delle opere pubbliche inserite nel Piano triennale che è stato aggiornato dalla giunta e che andrà per la definitiva approvazione in consiglio comunale. La prima opera che la giunta Abbate vuole realizzare è l´ampliamento della zona artigianale di Michelica grazie ai fondi ex Insicem che sono stati assegnati all´ente. Il progetto originario di tre milioni di euro è stato accantonato perchè impossibile da realizzare ed è stato dunque rivisto ed adeguato alla disponibilità effettiva.

"E´ il caso classico - dice il sindaco - di un progetto pensato più per i tecnici che la collettività". Oltre all´ampliamento di Michelica sarà realizzata anche la bretella di Musebbi-Calicantone per un migliore accesso grazie ai risparmi ottenuti dal ribasso d´asta. Due gli interventi in tema di edilizia scolastica. Per l´adeguamento degli edifici alle norme antincendio saranno spesi un milione 357 mila euro; per la riqualificazione dell´asilo nido di via Muzio Scevola al S. Cuore saranno investiti 400 mila euro. Un´importante opera pubblica, attesa da anni,è poi la rotatoria di contrada Dente Crocicchia che servirà da svincolo per l´accesso nord in città. I lavori costeranno tre milione 600 mila euro e completeranno l´asse viario del polo commerciale. Nell´ex convento delle suore di via Raccomandata sarà invece realizzata una copertura straordinaria del tetto per preservare l´immobile da infiltrazioni piovane ed evitare l´ulteriore ammaloramento e degrado dell´immobile, ormai abbandonato a se stesso da circa venti anni. L´edificio è transennato per pericolo di caduta massi e le condizioni del tetto sono molto precarie.

A Frigintini infine sarà ammodernato il Centro anziani grazie ad un investimento di 400 mila euro. Se queste sono le opere che saranno a breve affidate in appalto per il medio periodo il primo cittadino ha elencato una serie di priorità come l’allargamento della Via Passo Gatta e Passo Parrino, la rotonda dell’ incrocio di contrada Serra Pero, l’allagamento della Via Gianforma che dovrebbe essere realizzata con 800 mila euro, con i fondi della Protezione Civile. «La filosofia del piano triennale delle opere pubbliche, è ribaltata nel senso che troveranno posto solo progetti che abbiano almeno un preliminare. Non vogliamo presentare il libro dei sogni».