Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 801
MODICA - 01/04/2008
Politica - Modica - Dopo le rivendicazioni dell’Udc

Miccichè: "Il sindaco di Modica
sarà del Pdl". Scucces in pole

Si profila uno scontro tutto interno al centro destra Foto Corrierediragusa.it

Gianfranco Miccichè (nella foto) non ha peli sulla lingua. « Il nuovo sindaco di Modica sarà della Pdl; lo rivendichiamo dopo che Torchi ha inopinatamente abbandonato dopo otto mesi la poltrona di palazzo S. Domenico.» Miccichè non ha fatto nomi ma nella Pdl circola già il nome del possibile candidato.

Si tratta dell’attuale assessore ai Ll.Pp Giovanni Scucces che in tempi non sospetti ha abbracciato la causa di Nino Minardo aprendo la strada ai tanti che lo hanno seguito. Scucces ha dalla sua esperienza amministrativa, è stato per due legislature in consiglio comunale, è stato assessore ed ha un buon bacino di consensi. Scucces dovrà attendere tuttavia l’esito della competizione elettorale perché la mancata elezione di Mommo Carpentieri farebbe pendere la bilancia proprio sull’ex assessore provinciale.

Alle comunali si profila dunque uno scontro tutto interno al centro destra visto che anche l’Udc reclama la sindacatura non ritenendo compiuto il secondo mandato di Piero Torchi. Stasera il direttivo cittadino indicherà il nome del successore di Piero Torchi; sarà lo stesso Peppe Drago a presiedere la riunione e a rompere ogni indugio. L’Udc vuole mettere le mani avanti a scanso di ogni equivoco ed il nome più accreditato è quello di Enzo Cavallo. Da vedere come reagirà Mpa allo scontro tra i due ex alleati della Cdl; Riccardo Minardo non vuole assistere in modo passivo ed Mpa cerca anche a Modica una sua visibilità specie se le lezioni regionali dovessero premiare il partito di Lombardo. Ancora ai blocchi il Pd dove tutti attendono l’esito delle consultazioni elettorali.

Le opzioni sono due; si profila un ritorno in campo di Antonio Borrometi se dovessero maturare condizioni politiche di largo respiro come un accordo al centro con l’Udc qualora Drago dovesse abbandonare la Pdl; Borrometi ha tenuto finora un basso profilo ma i suoi amici più fidati stanno lavorando per lui tessendo le fila di un accordo molto ampio che dovrebbe andare dalla sinistra arcobaleno al centro; in alternativa c’è l’opzione Giurdanella soprattutto se il giovane avvocato dovesse avere un successo personale alle elezioni.

Giovanni Scucces