Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 512
MODICA - 16/02/2013
Politica - La visita del vice presidente della commissione nazionale antimafia

VIDEO - "Granate" di Granata a Modica

«E’ inspiegabile questa situazione della gestione della spazzatura a Modica – aggiunge il vice presidente della commissione nazionale antimafia – e auspico che la procura faccia luce su tutto ciò" Foto Corrierediragusa.it

«Il turismo è ufficialmente morto e sepolto a Modica». Lo ha dichiarato senza mezzi termini il vice presidente nazionale antimafia Fabio Granata (foto) nel corso della sua visita in città come esponente politico di Futuro e Libertà per presentare la candidata Margherita Gintoli per le elezioni nazionali.



“C’è una stucchevole mancanza di progettualità da parte dell’attuale amministrazione che ha fatto ripiombare la città negli anni bui antecedenti alla creazione del distretto culturale del sud-est, dal quale Modica è stata gradatamente spinta fuori. Anche il governo regionale ci ha messo del suo – ha proseguito Granata – ma questa giunta non ha fatto comunque nulla per far continuare a far risplendere Modica di luce propria”.

Granata ha ravvisato una pressoché totale anarchia nella gestione del territorio e della sua tutela, senza un minimo di progettualità. “Modica – ha incalzato l’esponente di Fli – sta gradatamente perdendo la propria identità storica e culturale, anche a causa di questa amministrazione di centro sinistra che ha sprecato senza mezzi termini l’intuizione del distretto culturale del sud-est”. Granata ha poi auspicato una indagine della procura per quanto riguarda l’annosa vicenda della gestione del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti in regime di affidamento di proroga oramai da anni, quando solo per casi eccezionali questa procedura è ammessa per appena pochi mesi.

“E’ inspiegabile questa situazione della gestione della spazzatura a Modica – aggiunge il vice presidente della commissione nazionale antimafia – e auspico che la procura faccia luce su tutto ciò, accertando eventuali responsabilità e facendo luce sulle cause che hanno finora impedito l’appalto del servizio tramite un regolare bando europeo”.

Questa prassi atipica, difatti, potrebbe avere risvolti di natura penale. Infine Granata si è soffermato sui finanziamenti a fondo perduto all’80% persi da Modica per la realizzazione di 15 alloggi popolari, senza dimenticare un accenno all’accorpamento di istituti storico come il liceo classico “Campailla” con lo scientifico “Galilei”, definito “assolutamente vergognoso”.