Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 725
MODICA - 20/12/2012
Politica - Tensione a palazzo San Domenico a pochi giorni dal Natale

Consiglio di fuoco su ritardi bilancio. Dimissioni?

Il sindaco Antonello Buscema ed il suo assessore al Bilancio non sono riusciti a produrre alla terza seduta dedicata all’argomento il Bilancio 2012 e soprattutto il piano di riequilibrio finanziario

Amministrazione ancora in ritardo ed in consiglio è bagarre. Il sindaco Antonello Buscema ed il suo assessore al Bilancio non sono riusciti a produrre alla terza seduta dedicata all’argomento il Bilancio 2012 e soprattutto il piano di riequilibrio finanziario da presentare alla Corte dei conti. Dure le accuse nei confronti dell’amministrazione da parte da parte di Paolo Nigro (Territorio), Vito D’Antona (Sel), Luigi Carpenzano (Pdl). Il consiglio chiede infatti che il piano di riequilibrio sia riempito di contenuti, ovvero di numeri su cui ragionare ed invece l’amministrazione è tornata in aula, nonostante le promesse, senza carte alla mano.

Il presidente del Consiglio, Carmelo Scarso, è arrivato addirittura a minacciare le sue dimissioni, Paolo Nigro ha praticamente dato del bugiardo al sindaco, Luigi Carpenzano ha parlato di situazione tragica. Il sindaco ha cercato di mantenere la calma ed ha cercato di essere rassicurante: «Presenteremo al più presto gli atti, sia il Bilancio preventivo che il Piano di riequilibrio. Mi sento con la coscienza pulita per tutto il lavoro svolto in questi anni per i modicani» ha concluso ma la verità di fondo è che il piano di riequilibrio scotta perché impone scelte e decisioni molto impopolari e nessuno è disposto a fare la prima mossa.


Cu a mettiri a manu ntò luci´?
21/12/2012 | 18.31.56
Dott. Giovanni nicastro

E´ Natale, tutti dovremmo essere più buoni, ma leggere certe notizie (bilancio e situazione debitoria stagnante; vedere le casette di viale Quasimodo lentamente, giorno dopo giorno essere inghiottite da una maldestra nuova costruzione ti fanno venire un tale nodo alla gola da farti venire voglia di digiunare al di là della crisi. Speriamo per il futuro. (chi pò sempri çioviri)
Dott. Giovanni nicastro