Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 26 Maggio 2018 - Aggiornato alle 16:24
MODICA - 15/10/2012
Politica - Grillo se l’è presa con quei politici che annoverano vicende giudiziarie

VIDEO - Grillo spopola a Modica: "Ora facciamo casino"

Un richiamo al suo movimento: «Se andiamo avanti a questi non li voterà più nessuno. Sicuramente staranno inventando qualcosa per non farci entrare e non rappresentare una forza governativa» Foto Corrierediragusa.it

Anche a Modica Beppe Grillo ha fatto l´en plein. In piazza Matteotti non cadeva uno spillo, nonostante la serata piovosa. Grillo se l´è presa con i politici, che, per così dire, annoverano nel loro "curriculum" vicende giudiziarie. "E´ ora che vi leviate di mezzo - ha detto (vedi video) - perchè adesso ci siamo noi (I Grillini, n.d.r.) a fare casino". Grillo ha invitato la gente ad aprire gli occhi e a votare secondo coscienza.



E IN 5MILA HANNO APPLAUDITO GRILLO A RAGUSA
Oltre 5mila persone hanno applaudito ieri sera in piazza a Ragusa uno scatenato Beppe Grillo. Grillo non ha deluso le aspettative, parlando a ruota libera con la sua consueta e inimitabile verve. Augura buona salute ad Angelo Pulino, l´attacchino di Italia dei valori aggredito: "Noi abbiamo deciso sin dall´inizio di non affiggere manifesti, anche perchè, da quel che mi risulta, qui si rischia la vita a provarci. Auguro all´attivista di IdV di rimettersi al più presto".

Grillo ha anche fatto salire sul palco di piazza Libertà la mamma di Simona, la bambina disabile che non ha assistenza e che dopo quattro ore di tutori alle mani, sanguina ai polsi. "Tutti dobbiamo operare perchè queste difficoltà restino solo un ricordo".

Beppe Grillo, insomma, non ha tradito le attese spaziando sui temi di stringente attualità nazionale e poi lasciando ai 4 candidati locali il palco ed insieme a loro al candidato presidente Gianfranco Cancellieri. "Sono venuto lo scorso anno in Sicilia - ha esordito Peppe Grillo - ma vedo ora facce diverse ed un entusiasmo speciale. Il dovere di voi elettori non si ferma al voto ma al cambiamento che i nostri candidati rappresentano".

Poi Grillo è entrato nello specifico parlando del Muos. «Non mi sembra umanamente possibile… e Comiso, l´aeroporto, forse non lo faranno mai… gli inceneritori, biomasse roba che fa male alle popolazioni. Ma a loro cosa importa? Arrivano le grandi multinazionali e propongono cifre inaudite ai sindaci di piccoli comuni. Ma i sindaci non devono farsi ricattare per nessuno motivo».

Tema del comizio anche le fonti energetiche. "Del petrolio estratto a Ragusa ed anche dell´energia ricavata con i pannelli solari a voi non resta niente. Questa non è green economy". E poi un riferimento doveroso ai politici italiani, tutti buoni, tutti onesti. «Tutti sostengono che ci sia stato un ventennio di Berlusconi… forse avranno dimenticato che Berlusconi ha governato assieme alla Sinistra».

Per non parlare di chi «Ha firmato una delle cose più vergognose del governo italiano: lo scudo fiscale. Una legge per sanare l’incolumità dei mafiosi.» Un riferimento al governo Monti. Forse avrebbe dovuto chiedere agli italiani di fare un sacrificio insieme e se l’avesse detto prima a quest’ora non ci saremmo trovati in questa situazione».

E il Presidente della Repubblica? Non si può cambiare la legge elettorale prima di andare alle elezioni. Cosa dice la legge del 2003? Quando ci sono le elezioni in corso, non si può modificare la legge elettorale. Non si può fare per il concetto di diritto, ma non è possibile che alcuni partiti si prendano la briga di fare così.

L´appello finale è rivolto ai tanti che sono stati presenti in piazza: «Se andiamo avanti a questi non li voterà più nessuno. Sicuramente staranno inventando qualcosa per non farci entrare e non rappresentare una forza governativa».